PAPILLOMA VIRUS E PATOLOGIE ONCOLOGICHE, PREVENZIONE E SCREENING: LO STUDIO PRESENTATO A PESCARA

19 Settembre 2023 18:38

Pescara - Gallerie Fotografiche, Sanità, Scienza e ricerca

PESCARA – L’utilizzo del vaccino Human papilloma virus (Hpv) come adiuvante al trattamento chirurgico per la riduzione delle recidive di malattia nelle pazienti operate per lesioni pretumorali e nel carcinoma alla cervice.

Lo studio di Alessandro Ghelardi , ginecologo dell’ospedale di Massa Carrara, esperto in patologie oncologiche femminili correlate al papilloma virus, è stato presentato nel corso del convegno dal titolo “Prevenzione Hpv e programma di screening della cervice uterina” che si è tenuto il 16 settembre a Pescara, presso l’hotel Esplanade Le Terrazze, con il coordinamento del responsabile scientifico dottoressa Graziella Soldato, direttrice dell’Unità operativa complessa (Uoc) Igiene epidemiologia e sanità pubblica della Asl di Pescara.





I lavori del convegno sono stati avviati dal direttore del Dipartimento di prevenzione della Asl di Pescara Ildo Polidoro ed hanno portato i saluti istituzionali l’assessore alla sanità della Regione Abruzzo Nicoletta Verì, il direttore del Dipartimento sanità Regione Abruzzo Claudio D’Amario, servizio prevenzione sanitaria, medicina territoriale della Regione Abruzzo Franco Caracciolo, il direttore generale della Asl di Pescara Vero Michitelli. Per la Asl di Pescara, inoltre, sono intervenuti il direttore Uoc Microbiologia e Virologia Paolo Fazii, il direttore del Dipartimento Materno Infantile Maurizio Rosati e la ginecologa Serena Frondaroli.

Il direttore generale della Asl di Pescara Vero Michitelli ha sottolineato l’importanza della prevenzione e della vaccinazione, con le quali è possibile prevenire circa il 90% di tutti i cancri Hpv correlati.





Come si legge in una nota della Asl, strumento di prevenzione sono i programmi di screening, che rappresentano un impegno continuativo che vede la Asl di Pescara mettere in campo risorse di assoluto rilievo in termini di personale, dotazioni tecniche e investimenti economici. Un’attività che si è svolta senza soluzione di continuità anche durante il periodo pandemico, in cui sono state garantite le prestazioni urgenti e si è data maggiore forza all’attività di programmazione.

In questo contesto, per il potenziamento delle attività di screening e per essere sempre più vicini alla popolazione anche delle aree interne del territorio, sarà attivato entro la fine del mese, un Centro di colposcopia presso il Consultorio di Penne (Area Vestina) ed entro la fine dell’anno un Centro di colposcopia presso il Consultorio di Popoli (Area Maiella Morrone). Tali Centri favoriranno un maggiore tasso di adesione allo screening.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: