PARCO COMMERCIALE A CENTI COLELLA: CONFESERECENTI, ”A L’AQUILA NON SERVE, E DANNEGGIA PICCOLE ATTIVITA”’

1 Marzo 2019 19:31

L'AQUILA – “L’Aquila ed il suo tessuto commerciale o meglio quello che ne è rimasto, non hanno bisogno di un ulteriore grande contenitore, per di più in una zona già satura di GDO. Ritengo invece che, tutti insieme, Istituzioni ed Associazioni, dovremmo confrontarci per il rilancio del settore e soprattutto per favorire il rientro in centro delle attività commerciali” 

Lo afferma il nel presidente della Confesercenti Zona L’Aquila e Comuni del cratere Mario Antonelli, in una lettera indirizzata al sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi e all'assessore alle Attività Produttive Alessandro Piccinini.

Nella lettera il nuovo direttivo di zona della Confesercenti L’Aquila e Comuni del Cratere, chiede un incontro con il Comune. 

LA LETTERA DI CONFESERCENTI

“Il Comune dell’Aquila è ovviamente il primo e più importante interlocutore per affrontare le tematiche che interessano le imprese che noi rappresentiamo. Con la presente, quindi, vengo a richiedere un incontro, per presentarVi ufficialmente il nuovo direttivo ed avviare un confronto sul rilancio del commercio e delle micro e piccole imprese dell’artigianato, dei servizi e del turismo nella nostra città. L’incontro potrà essere anche l’occasione per discutere ed approfondire il contenuto della delibera con la quale la Giunta Comunale ha approvato la variazione di destinazione d'uso di un'area in località Centi Colella, per realizzarvi un parco commerciale.

“Premesso che non conosciamo nel dettaglio tutti gli atti e che quindi ci riserviamo di esprimere un giudizio compiuto dopo l’incontro che, auspichiamo si possa svolgere a stretto giro, mi corre l’obbligo però di rappresentarVi la mia preoccupazione e quella dei colleghi. 

A mio avviso, L’Aquila ed il suo tessuto commerciale o meglio quello che ne è rimasto, non hanno bisogno di un ulteriore grande contenitore, per di più in una zona già satura di GDO. Ritengo invece che, tutti insieme, Istituzioni ed Associazioni, dovremmo confrontarci per il rilancio del settore e soprattutto per favorire il rientro in centro delle attività commerciali. 

Il nuovo Testo Unico del Commercio, approvato pochi mesi fa dal Consiglio Regionale ed alla cui stesura la nostra Organizzazione ha dato un importante contributo, ha introdotto misure tendenti alla ricerca di un riequilibrio tra piccoli e grandi operatori del commercio. 

Il piccolo commercio rappresenta un tratto identitario e culturale dei nostri centri storici e delle nostre città e va assolutamente difeso. In questa ottica va letta la norma sulla moratoria della Grande Distribuzione, che blocca fino al 31/12/2021, il rilascio di autorizzazioni commerciali relative a grandi strutture di vendita ed a parchi commerciali”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: