PASCOLI: AL VIA ITER PER CONCESSIONE LOTTI PATRIMONIO DEMANIALE REGIONE ABRUZZO, AVVISO SUL BURAT

ASSESSORE AGRICOLTURA IMPRUDENTE: "ITER MOLTO ATTESO DA ALLEVATORI"

4 Maggio 2021 20:30

L’AQUILA – Al via l’iter per la concessione, a titolo oneroso per gli allevatori abruzzesi, di pascoli localizzati nelle quattro province abruzzesi che fanno parte del patrimonio demaniale della Regione Abruzzo: il 23 aprile scorso è stato pubblicato sul Burat l’avviso pubblico per la concessione di otto lotti pascolivi ricadenti nelle Foreste Demaniali regionali in attuazione del provvedimento approvato con determinazione del Servizio Foreste e Parchi del 21 aprile.

Lo rende noto il vice presidente della Giunta regionale abruzzese con delega all’Agricoltura Emanuele Imprudente.

I pascoli, di estensione più o meno ampia, sono insediati nei quattro territori provinciali: “Monte Secine” nel comune di Ateleta (L’Aquila), “Val di Terra” e “La Castelletta” nel comune di Palena (Chieti), “Codaro-Campiglione” nel comune di Crognaleto (Teramo), “Acquazzese” nel comune di Ocre (L’Aquila), “Piana Grande” nel comune di Caramanico Terme (Pescara), “Fonte Canale – Roccatagliata” nel comune di Bussi Sul Tirino (Pescara) e “Monte Picca” nel comune di Pescosansonesco (Chieti).

“È una misura molto attesa dagli allevatori abruzzesi a maggior ragione in un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo da oltre un anno a questa parte – spiega Imprudente.

Per partecipare alla gara per la concessione servono requisiti specifici: gli allevatori interessati devono infatti essere in possesso dell’attestato di Imprenditore Agricolo Professionale in corso di validità, iscritti alla Camera di Commercio, in regola con l’assolvimento degli obblighi previdenziali ed assistenziali, in possesso di un numero di capi di bestiame tale da garantire il carico minimo necessario previsto per il singolo lotto pascolivo oggetto di concessione.

Per i lotti “Monte Secine”, “Val di Terra” e “Piana Grande”, ricadenti nella zona A del Parco Nazionale della Maiella, occorre avere anche il requisito della residenza nel territorio di un comune interno al Parco stesso. La concessione ha durata pari a sei anni. L’Avviso, completo degli allegati e della modulistica, è pubblicato sul sito web istituzionale Gare e contratti (https://www.regione.abruzzo.it/content/bandi-di-gara-e-contratti-1).

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: