PERDONANZA 2014: L’AQUILA PRIMA DEL SISMA LE FOTO DI BUSILACCHIO IN MOSTRA AL BAR ROYAL

21 Agosto 2014 14:29

L'AQUILA – A partire dal 23 agosto prossimo, il Bar Royal dell'Aquila ospiterà la mostra fotografica, ideata ed organizzata dal fotoamatore aquilano Marco Busilacchio, “Vissuta a colori di una città in festa”.

Inserita nell'ambito della 720esima Perdonanza Celestiniana, la mostra ripercorrà attraverso le sue immagini tutte le vie, le piazze e i paesaggi del capoluogo abruzzese prima che fosse colpito dal sisma del 2009. 

“Le opere presentate – si legge in una nota dell'artista – rappresentano documenti di bellezza davvero unici nel loro genere e, catturando lo sguardo del visitatore attraverso l'alternanza di colori, sembrano quasi avere un’anima trasmettere sensazioni di amore e di passione”. 

Con i suoi scatti, Busilacchio ha voluto infatti riprendere più da vicino, nel suo tempo libero, paesaggi, natura e particolari dettagli della città .

“Lo scopo – dichiara per questo l'autore che, tra le altre, cose ha deciso di decdicare l'intera esposizione ai parenti delle vittime del terremoto – è quello di dare agli aquilani la possibilità di rivivere, attraverso il mio sguardo tutti i colori  e gli scorci della città”.





L'appuntamento è quindi il prossimo 23 agosto, dalle 18 in poi, presso il Bar Royal. Sarà possibile visitare la mostra tutti i giorni, dalle ore 8 alle ore 3, fino al 31 agosto.

A questa si aggiungeranno inoltre una serie di eventi e di incotri organizzati presso il locale aquilano. Tra questi ricordiamo, il 26 agosto alle ore 18.30, il seminario tenuto dalla dottoressa Valeria Lovero “Incontro tra fotografia e Psicologia: viaggio esperienziale attraverso le immagini”, per il quale è sarà gradita la prenotazione.

A seguire, per il 28 agosto alle ore 21, è prevista l'esibizione della band musicale Trio 99, mentre il 29, sempre alla stessa ora, sarà la volta della Corale Novantanove. 

Tutta la cittadinanza è inviata a partecipare.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!