PERDONANZA: FEDELI ATTRAVERSANO PORTA SANTA, IL DONO DI PAPA FRANCESCO, INDULGENZA FINO A 2023

ALLE 18 MESSA STAZIONALE A COLLEMAGGIO, E POI CORTEO DI RIENTRO DELLA BOLLA DEL PERDONO. IL PROGRAMMA RELIGIOSO DELLA GIORNATA

29 Agosto 2022 09:10

L'Aquila - Cronaca, Perdonanza 2022

L’AQUILA – Questa sera, dopo la celebrazione eucaristica prevista alle ore 18,30 verrà chiusa dal vescovo ausiliare dell’Aquila, Antonio D’Angelo, la Porta santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, aperta ieri da papa Francesco durante la visita pastorale a L’Aquila, oggi attraversata da tanti fedeli.

L’indulgenza però non terminerà questa sera, come previsto dalla Bolla “Inter sanctorum solemnia” di Papa Celestino V, ma si potrà lucrare fino alla Perdonanza del 2023 per speciale concessione dello stesso papa Francesco.

Questo significa che fino al 28 agosto 2023, i fedeli e i pellegrini che si recheranno all’Aquila, potranno lucrare ogni giorno l’indulgenza plenaria, partecipando ai riti in onore di San Celestino V, oppure raccogliendosi in preghiera “al cospetto delle spoglie del Santo per un congruo spazio di tempo”.

Per lucrare l’indulgenza, inoltre, spiega la Curia, “occorre recitare il Credo, il Padre nostro e una preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice. Infine ci si dovrà accostare alla Confessione Sacramentale ed alla Comunione Eucaristica entro gli 8 giorni precedenti o seguenti la partecipazione ad un rito in onore di Celestino V oppure dopo aver sostato in preghiera davanti le spoglie del Santo Pontefice”.

“Gli anziani, gli ammalati e tutti coloro che per gravi motivi non possono uscire di casa, ugualmente potranno conseguire l’indulgenza plenaria se, maturato il pentimento di ciascun peccato e con l’intenzione di adempiere, non appena lo potranno, alle tre consuete condizioni, davanti ad una piccola immagine di San Pietro Celestino partecipino spiritualmente alle celebrazioni, dopo avere offerto le proprie preghiere e i propri dolori, oppure le sofferenze della propria vita, a Dio misericordioso. L’indulgenza potrà essere applicata anche per i defunti”, si precisa ancora.





Da questa mattina alle 6 in programma la Perdonanza dei lavoratori, con Santa Messa presieduta da don Sergio Nuccitelli direttore dell’Ufficio Diocesano Pastorale del Lavoro con liturgia animata dal Coro della Parrocchia Santissima Annunziata di Roio Colle, diretto dal maestro Augusto Di Carlo.

E ancora la Perdonanza dei religiosi e delle religiose (collegamento in diretta con Radio Maria).

Alle ore 8 c’è stata la Santa Messa presieduta da monsignor Lorenzo Leuzzi, vescovo di Teramo-Atri, e Liturgia animata dal Coro delle Religiose diretto da Suor Teresa Canoy.

Alle ore 10 in programma la Perdonanza delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine, con la Santa Messa presieduta da monsignor Orlando Antonini, Arcivescovo Nunzio Apostolico e la Liturgia animata dal Coro della Scuola della Guardia di Finanza.

Alle ore 11.30 è la volta della Perdonanza delle famiglie, dei catechisti e dei ragazzi, degli insegnanti e degli studenti, con la Santa Messa presieduta da monsignor Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino e la Liturgia animata dal Coro L’Aquila in Canto, diretto dal maestro Vittorio Lucchese.

Alle ore 16 la Perdonanza dei malati e delle confraternite, con la Santa Messa presieduta da Padre Luciano Antonelli, O.F.M., responsabile dell’Ufficio Pastorale Sanitaria e la Liturgia animata dalla Corale Tornimparte diretta dal maestro Mario Santucci.





Alle ore 18  solenni Vespri Capitolari, presieduti dall’Arcidiacono del Capitolo Metropolitano canonico Sergio Maggioni.

Alle 18.30, alla basilica di Santa Maria di Collemaggio, inizierà la Messa stazionale con il rito della chiusura della Porta Santa. La funzione religiosa sarà celebrata dal Vescovo ausiliare dell’Aquila, Antonio D’Angelo. Al termine, lo stesso monsignor D’Angelo e il sindaco Pierluigi Biondi chiuderanno la Porta Santa, momento che significa la conclusione dell’indulgenza plenaria concessa dal Papa Santo Celestino V. la Liturgia sarà animata dal coro Diocesano con la direzione del maestro Maria Cristina De Amicis.

Ultimata questa cerimonia, il sindaco Biondi proclamerà la chiusura della Perdonanza 2022 e verrà spento il braciere acceso lo scorso 23 aprile con il Fuoco del Morrone.

Subito dopo partirà il corteo di rientro della Bolla del Perdono, con il gonfalone della città dell’Aquila, i rappresentanti della Municipalità e i gruppi storici che accompagneranno il sindaco, le Dame della Bolla e della Croce (Kawsar Abulfazil e Adriana Carolina Pinate) e il Giovin Signore (Shiong Fu) dalla basilica di Collemaggio fino alla sede comunale di Palazzo Fibbioni, passando per viale Collemaggio, corso Federico II, parte alta di piazza Duomo, corso Vittorio Emanuele.

A palazzo Fibbioni il saluto del sindaco e dei figuranti principali.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: