PESCARA: PETTINARI CONTRO LA MAGGIORANZA: “MILIONI A PIOGGIA E NIENTE AIUTI ALLE FAMIGLIE”

23 Novembre 2022 14:04

Regione - Cronaca, Politica

PESCARA -“Lega Fratelli D’Italia e Forza Italia continuano a prendere in giro gli abruzzesi e non si interessano del dramma che i cittadini stanno vivendo a causa del Caro bollette”. Lo afferma Domenico Pettinari vice presidente del consiglio regionale,

“Lo dimostra la presentazione dell’ultimo maxi emendamento, portato ieri in Capigruppo dalla maggioranza, nel quale”, afferma, “si distribuiscono milioni a pioggia senza nessuna logica di buon senso. Leggendo nel dettaglio, infatti, vediamo che è stato inserito qualche contentino di oggettiva utilità, nella speranza di tenere buone le opposizioni, ma poi la grossa fetta di fondi viene distribuita su questioni non urgenti in un momento di crisi come questo e, cosa gravissima, ben 7 milioni e mezzo di euro vengono destinati per sanare debiti di non ben definiti Enti regionali.  Per le famiglie, le piccole partite iva e le piccole attività commerciali, che devono fare i conti con il caro bollette, per ora ci sono ancora zero euro. Sia chiaro che se pensano di chiuderci la bocca con qualche iniziativa farlocca, contenente aiuti spot destinati al caro bollette, si sbagliano di grosso. Quello che chiediamo è un reale provvedimento urgente che rastrelli tutte le risorse possibili e dia un sostegno a tutti gli abruzzesi in difficoltà. Non basteranno le briciole a mettere a tacere la voce delle opposizioni” .

“Il centrodestra – continua – dimentica di aver preso l’impegno di tutelare i cittadini ma nessuno interviene realmente sui problemi del caro bollette, che in questo periodo rappresentano la prima grande urgenza da contrastare, mettendo direttamente nelle tasche dei cittadini aiuti concreti.  Lo dimostrano le numerose testimonianze di crisi che ci arrivano ogni giorno e le grandi manifestazioni di abruzzesi che scendono in strada per avere un aiuto. Ma il centrodestra si è dimostrato completamente sordo a queste richieste, ed è quindi compito delle opposizioni raccogliere il grido di dolore che arriva dal territorio. Siamo pronti anche a organizzare grandi mobilitazioni di cittadini  perché non abbiamo intenzione di restare a guardare mentre mettono in ginocchio il tessuto economico e sociale di un’intera regione. Ho già proposto più volte, anche in sede di Commissione bilancio, la predisposizione di un fondo emergenziale dove attingere per gli aiuti, ma il Consiglio è domani e nessuno ha mosso un dito in questo senso. Sia chiaro che fin quando non sarà approvata la mia proposta di un provvedimento urgente per le categorie più deboli non faremo nessun passo indietro e la nostra sarà un’opposizione durissima. Niente palliativi per farci stare in silenzio, nessuna ulteriore presa in giro. Vogliamo i fatti concreti e realmente risolutivi. Chiederemo anche di intervenire sui fondi destinati alla Vita Indipendente, perché le notizie che ci arrivano sono inaccettabili e quel capitolo va aumentato.

Inoltre – conclude Pettinari –  annuncio che ho quasi terminato la raccolta firme per un Consiglio straordinario che abbia come unico punto all’ordine del giorno le vicende giudiziarie che hanno investito la Regione.  È chiaro che l’Assise regionale non può e non deve sostituirsi a un tribunale, ma è preciso dovere dell’istituzione che rappresentiamo esprimersi attraverso una Mozione, che indichi la strada, per combattere con anticorpi interni le questioni legate a indagini su reati gravi come quelle di cui si sente parlare in questa legislatura sulla stampa”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: