PICCHIATO E RAPINATO A BOLOGNA DOPO L’INVITO PER UNA BIRRA, IN CARCERE DUE AVEZZANESI

21 Settembre 2020 10:50

Hanno proposto alla vittima di trascorrere insieme la serata, hanno bevuto una birra insieme, lo hanno fatto salire in macchina, ma poi lo hanno pestato e per rubargli  30 euro.

Con questa accusa sono rinchiusi in carcere a Bologna   due 33enni di Avezzano, che si sono resi protagonisti del crimine assieme ad un 24enne di Cerignola e a 34enne di origini brasiliane.

Uno dei due abruzzesi, che era al volante, aveva anche la patente ritirata, per cui è stata pure posta sotto sequestro.

La vittima è un 30enne della provincia di Caserta.

Dopo aver cenato in un ristorante in zona Corticella, si era fermato a prendere una birra in un locale nella strada. Mentre era fuori, sono arrivati i quattro in auto. Anche loro hanno preso da bere e, tra un sorso e un altro, hanno attaccato bottone con il casertano, finendo per invitarlo a bere insieme.





 

Lui si è lasciato convincere ed è salito in macchina col gruppo. Mentre si dirigevano verso via di Saliceto, i quattro gli hanno chiesto se aveva dei soldi con sé. E lui ha mostrato loro 30 euro. Una volta scesi dall’auto, i quattro hanno chiesto all’ospite di consegnare loro il denaro. E, quando il trentenne si è rifiutato, lo hanno preso a calci e pugni, finendo per rapinarlo sia dei 30 euro, che del bancomat.

 

A quel punto la vittima si è allontanata verso la vicina bocciofila: ha chiesto aiuto a uno dei presenti e chiamato la polizia. Ai quattro che ancora lo aspettavano in strada e lo avevano visto telefonare, ha detto di aver chiamato un taxi. Invece, dopo pochi attimi è arrivata una volante della polizia che ha bloccato e arrestato per rapina i quattro.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!