POLITICHE: MARTINO, “IN FI TUTTI CANDIDATI, COMPRESI FEBBO E SOSPIRI, E NAZIONALE DECIDERÀ LISTE”

PROPOSTA IN CONTROPIEDE DEL DEPUTATO USCENTE AI COLLEGHI AZZURRI CHE AMBISCONO AD UN POSTO IN PARLAMENTO. "TUTTI DOBBIAMO DARE UN CONTRIBUTO"

30 Luglio 2022 09:19

Pescara - Cronaca, Politiche 2022

L’AQUILA – “Invito a rendersi disponibili a candidarsi alle prossime elezioni politiche i consiglieri regionali a cominciare da Mauro Febbo e dal presidente Lorenzo Sospiri, ed anche i vertici dirigenziali del partito in Abruzzo. Tutti dobbiamo dare un contributo, scendere in campo, sarà poi il nazionale a decidere la scaletta e le posizioni in lista, base alle competenze e alla capacità di interpretare i ruoli”.

L’invito a sorpresa arriva da Antonio Martino 46enne deputato di Forza Italia, imprenditore pescarese, componente della commissione parlamentare di inchiesta sul sistema bancario e finanziario e della commissione Finanze, eletto nel 2018 nel collegio uninominale dell’Aquila, che, conferma nell’intervista ad Abruzzoweb, sarà candidato nuovamente per un secondo mandato alle elezioni del 25 settembre prossimo assieme al segretario regionale e senatore Nazario Pagano.

In base agli attuali sondaggi Forza Italia può ambire in Abruzzo a due seggi in Parlamento, tenuto conto del dimezzamento dei parlamentari a cominciare da questa legislatura.

Inevitabilmente le ambizioni debordano i posti in palio, anche in casa degli azzurri, da parte in primis di pezzi da novanta come Sospiri e Febbo, rispettivamente presidente del consiglio regionale e capogruppo ed ex assessore.

Martino gioca così di fatto in contropiede proponendo come “metodo” quello di dare tutti la disponibilità a mettersi in lista per far poi decidere ai vertici nazionali del partito chi si meriterà i posti “blindati” e “sicuri”, in cima alla lista elettorale del proporzionale, oppure per la candidatura nell’unico collegio uninominale che in Abruzzo spetta a Forza Italia, in base agli accordi nazionali.

Sottinteso è che chi non avrà possibilità di essere eletto, dovrà dare comunque, mettendosi in lista, il suo contributo.

Anche perché sottolinea Martino, “non ho dubbi che questa volta il centrodestra unito vincerà le elezioni  e sarà forza di governo, per la prima volta dopo il 2008, potendo esprimere  una leadership forte e risolvere i tanti problemi di questo paese. in Abruzzo in particolare Fi avrà un risultato importante. E dunque anche chi non sarà eletto parlamentare potrà avere l’onore e l’onere di ricoprire incarichi importanti nella compagine governativa”.

Martino è comunque fortemente determinato a conquistare un secondo mandato in Parlamento, ricordando che nel 2018 è stato eletto nel collegio uninominale dell’Aquila battendo nella sfida diretta Lorenza Panei, candidata del Pd e soprattutto Giorgio Fedele del M5S che cinque anni fa veleggiava oltre il 30% e ha stravinto le elezioni anche in Abruzzo.

“È stato un risultato unico nel Centro Sud e mi onoro dell’essere stato protagonista, come candidato della coalizione. Ora intendo mettere a disposizione del partito e del Paese l’esperienza maturata in questa prima legislatura, soprattutto nel merito delle tematiche fiscali”. (f.t.)

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: