POLIZIA PESCARA, BILANCIO 2021: IN UN ANNO 60MILA CHIAMATE AL 113

30 Dicembre 2021 14:21

Regione: Cronaca

PESCARA – Leggero aumento di reati commessi a Pescara e provincia nel 2021, da 8281 dello scorso anno a 8906 di quest’anno. Due gli omicidi nel 2021, tre i tentati omicidi. Questa mattina nel corso della tradizionale conferenza di fine anno, il Questore di Pescara Luigi Liguori ha fatto il punto sull’attività svolta dalla Polizia di Stato. Nell’illustrare l’attività portata a termine, il Questore ha reso noti i numeri più importanti dei reati.

Spicca in particolare il numero rilevante di persone che si sono rivolte al numero di pronto intervento. Sono state 60.488 le chiamate al 113. Gli interventi delle Volanti sono passati da 3.800 del 2020 a 4.809 del 2021. Il dato generale relativo alle rapine appare costante visto che si passa da 99 nel 2020 a 101 nel 2021. Risultano in aumento le rapine in abitazione, ma diminuiscono quelle commesse ai danni di esercizi commerciali e quelle sulla pubblica via. Una la rapina a istituti di credito. Le rapine ai danni di Uffici Postali erano state 3 nel 2020, una quest’anno.

I furti sono diminuiti del 1.28% passando da 2.808 a 2.772. In particolare si rileva un aumento del 50% degli scippi che passano da 24 a 36 e una diminuzione dei borseggi, da 126 a 107. I furti in abitazione aumentano del 13% mentre diminuiscono i furti presso gli esercizi commerciali e sulle auto in sosta.

“Devo ringraziare – ha detto Liguori – gli uomini e le donne della Polizia di Stato per il lavoro fatto in questo anno in cui voglio ricordare che siamo ancora in emergenza sanitaria così come nel 2020, quando ci fu anche un duro ‘lockdown’. Per questo aggiungo che i dati resi noti e che denotano un leggero aumento dei reati commessi, non possono non essere contestualizzati nel periodo che stiamo vivendo”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: