TRAGEDIA AD ORTONA: COLPITO DA GANCIO DI UNA GRU, OPERAIO DI 41 ANNI MUORE IN AREA PORTUALE

8 Novembre 2022 13:24

Chieti - Cronaca

ORTONA  –  Tragico incidente sul lavoro questa mattina, intorno alle 9, a bordo di un galleggiante ormeggiato nel porto di Ortona (Chieti), alla banchina di “Riva Nuova”: a perdere la vita un un marittimo di 41 anni, di nazionalità filippina.

L’uomo, M. C. P., è stato violentemente colpito alla testa dalle fasce dell’imbragatura e dal materiale caduto, ed è successivamente stato sbalzato in acqua.

Il mezzo in questione è il Micourier 2, un galleggiante con porto base nel sorgitore di Ortona, solitamente impiegato come supporto alle piattaforme, e l’incidente sarebbe avvenuto mentre a bordo erano in corso operazioni di trasbordo del carico, per via del cedimento strutturale dell’imbragatura che ha portato alla caduta del materiale che era all’interno della stessa.





Il malcapitato, che è stato recuperato dall’acqua direttamente dai suoi colleghi, era ancora in vita all’arrivo del 118, ed il trasferimento verso il pronto soccorso dell’ospedale di Pescara, effettuato in elicottero, lasciava qualche barlume di speranza. Purtroppo, però, alle 11.30 circa è arrivata la notizia del suo decesso.

Sul posto si è recato il personale della Capitaneria di Porto di Ortona e del servizio SPSAL della ASL, cui il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Chieti ha delegato le indagini volte a ricostruire cause e responsabilità, disponendo il sequestro dell’area e delle dotazioni di bordo presenti nello spazio dell’infortunio.

Dell’accaduto sono state avvisate le competenti autorità filippine presenti sul territorio italiano.

“La tragedia accaduta oggi al porto di Ortona richiama all’attenzione della politica la drammatica emergenza degli incidenti sul lavoro, che in Italia mietono un numero di vittime impressionante sia per l’entità, con una media di tre caduti al giorno, che per la costanza nel tempo”, commenta il deputato della Lega, Alberto Bagnai.





“Esprimo il mio cordoglio alla famiglia e ai colleghi di lavoro dell’operaio”, prosegue Alberto Bagnai, “Quello della sicurezza sul lavoro è il tema che porremmo come priorità al nuovo Governo, chiedendo risorse per istruzione, prevenzione e controlli”.

“Esprimiamo dolore e sgomento per l’ennesima morte sul lavoro nella nostra regione, questa volta nell’area portuale di Ortona”, dichiarano Daniele Marinelli e Lisa Vadini, responsabili rispettivamente organizzazione e lavoro del Partito Democratico abruzzese.

Marinelli e Vadini proseguono: “La magistratura accerterà la dinamica dell’accaduto, ma questo ennesimo episodio, che aggiorna la drammatica contabilità degli incidenti sul lavoro, richiama nuovamente le istituzioni a promuovere ogni sforzo e investimento, sotto il profilo normativo e della cultura della prevenzione e della sicurezza sui luoghi di lavoro, per arrestare questa strage. A nome dell’intera comunità del Partito Democratico regionale, il più sentito cordoglio e la massima vicinanza ai familiari della vittima”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©
  1. TRAGEDIA ORTONA, BAGNAI: “E’ EMERGENZA INCIDENTI SUL LAVORO, PIU’ RISORSE PREVENZIONE E CONTROLLI”
    ORTONA - "La tragedia accaduta oggi al porto di Ortona richiama all'attenzione della politica la drammatica emergenza degli incidenti sul lavoro, che ...
  2. TRAGEDIA ORTONA, PD ABRUZZO: “INVESTIMENTI PER PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO”
    ORTONA - "Esprimiamo dolore e sgomento per l'ennesima morte sul lavoro nella nostra regione, questa volta nell'area portuale di Ortona". Lo dichiar...


Ti potrebbe interessare: