PRECARI SANITA’ ABRUZZO: POLEMICHE CONTRO VERI’, ASSESSORE ESCLUDE DA RIUNIONE SIGLE SINDACALI

IMPORTANTE TAVOLO CONVOCATO PER DOMANI. IMBARAZZO E MALUMORI ANCHE IN SENO ALLA MAGGIORANZA DI CENTRODESTRA PER IL MANCATO COINVOLGIMENTO DI TUTTE LE FORZE POLITICHE DA PARTE DELL’ESPONENTE DELLA LEGA. TRA GLI ESCLUSI ANAAO E FESICA. RABBIA PIETRUCCI (PD), "VENGANO TUTTI IN CONSIGLIO REGIONALE"

24 Febbraio 2022 08:15

Regione - Sanità

L’AQUILA – Imbarazzo e più di qualche malumore nel mondo sindacale e maretta anche in seno alla maggioranza di centrodestra in Regione Abruzzo per la convocazione, nella giornata di domani, da parte dell’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, della Lega, di un “Tavolo regionale permanente della salute” in videoconferenza in cui si discuterà tra l’altro di “internalizzazione servizio Cup” e “Procedure per servizi esternalizzati” e Pnnr, nel quale si prenderà in esame anche la gravosa questione dei precari nella sanità pubblica abruzzese.

Tavolo al quale sono state invitate con una nota interna non resa pubblica, a partecipare, tra gli altri, le segreterie regionali di Cgil, Cisl, Uil, Nursing Up e le segreterie regionali dei medici di Cgil, Cisl e Uil, ma non i rappresentanti di altre sigle sindacali come Anaao-Assomed e Fesica che peraltro non hanno pubblicamente manifestato il disappunto, e la Figm, il sindacato dei medici di medicina generale.





Una “scelta”, che secondo quanto appreso da AbruzzoWeb, sarebbe stata presa in autonomia dall’assessore Verì che è anche il presidente del tavolo, foriera di contrarietà in alcuni esponenti della maggioranza, compresi alcuni autorevoli rappresentati salviniani.

Secondo molti, è evidente che sia in atto un braccio di ferro sommerso per accaparrarsi il merito e il consenso per lo sblocco di una vertenza che coinvolge centinaia di lavoratori e famiglie.

Ed in effetti, vista l’importanza dei temi di cui si discuterà, su tutte la situazione dei precari delle Asl abruzzesi, in molti non avrebbero gradito la decisione di procedere autonomamente e senza comunicazioni di sorta con la convocazione del tavolo, con l’aggravante di aver “tagliato” importanti sigle sindacali che su quelle questioni si battono da tempo.





Un “quadro” che ha suscitato reazioni negative anche nella file della opposizione di centrosinistra: in particolare, il consigliere regionale aquilano del Pd, Pierpaolo Pietrucci, si è detto “assolutamente contrario” alla convocazione di questo tavolo “cosiddetto permanente”.

“Ancora una volta – le parole di Pietrucci – si è persa l’occasione di convocare la V Commissione Sanità, cosa che ho chiesto da tempo, alla presenza di tutte le organizzazioni sindacali, non solo di alcune, e di tutti i dirigenti e direttori sia delle Asl che della Regione Abruzzo”.

“Vengano tutti in Consiglio regionale, alla luce del sole e senza eliminare dal tavolo, non si sa per quale motivo, certi sindacati”, ha concluso il consigliere dem. (red.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©






    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale

    Pubblicità Elettorale





    Commenti da Facebook

    RIPRODUZIONE RISERVATA
    Download in PDF©


      Ti potrebbe interessare:

      ARTICOLI PIÙ VISTI:


      Abruzzo Web