PREMIO BORSELLINO: ILARIA CUCCHI IN ABRUZZO PER PRESENTARE IL SUO LIBRO, DUE APPUNTAMENTI

2 Marzo 2020 16:20

TERAMO – Doppio appuntamento del “Premio borsellino tutto l’anno” con Ilaria Cucchi che, giovedi 5 marzo, presenterà il suo libro “Il coraggio e l’amore: la nostra battaglia per arrivare alla verità”.

Ilaria Cucchi sarà alle 11 all’Istituto Moretti di Roseto degli Abruzzi e alle 16 nell’Aula Tesi della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo.

Il libro sarà presentato a Roseto dalla dirigente scolastica Sabrina Del Gaone, e dalla direttrice del quotidiano “La città” Serena Suriani. A Teramo dal rettore Dino Mastrocola, dal sindaco Gianguido D’Alberto, dal Consiglio degli studenti e dall’associazione studentesca teramana “Omertà”.  

Si tratta delle prime presentazioni in Abruzzo per Ilaria Cucchi. 






Nel libro vengono ripercorse le travagliate fasi di una storia lunga dieci anni per scoprire la verità sulla morte di Stefano Cucchi, avvenuta il 22 ottobre 2009 mentre era in stato di arresto per detenzione di stupefacenti. 

“Stefano aveva 31 anni – viene ricordato inuna nota -, era un ragazzo sano e frequentava la palestra: nulla poteva far pensare che fosse in pericolo di vita. Il suo decesso fu comunicato alla madre con inqualificabile insensibilità chiedendole di firmare l’autorizzazione all’autopsia. Da quel momento, alla famiglia disperata che esigeva una spiegazione furono date risposte inaccettabili: una caduta dalle scale, la conseguenza di un precedente stato di malattia…”.

“La sorella Ilaria non si è mai rassegnata a queste versioni di comodo e, sempre affiancata dall’avvocato Fabio Anselmo, ha intrapreso una battaglia giudiziaria che è già Storia d’Italia. Il coraggio e l’amore documenta ufficialmente questa battaglia, ponendosi come una pietra miliare. Ilaria e Fabio, compagni di lotta e oggi anche di vita, raccontano con le loro vive voci ogni singolo momento del durissimo percorso in cui si sono dovuti districare tra menzogne e depistaggi, trappole e ingiurie. Giorno dopo giorno, ora dopo ora, rievocano i fatti con estrema lucidità e rigore, ma allo stesso tempo restituendo al lettore tutte le emozioni dirompenti che hanno vissuto nella formidabile prova di tenacia e coraggio affrontata in questi lunghi anni”. 

“Solo l’incrollabile amore per Stefano, e per la Verità, hanno dato loro la forza per arrivare fino in fondo, rendendo l’Italia un Paese migliore e dimostrando che la Giustizia è davvero uguale per tutti. Grazie a Ilaria Cucchi – vera eroina del nostro tempo, così come l’ha raffigurata Jorit nel murale in copertina, con il volto segnato dal dolore eppure luminoso e fiero – possiamo sentirci più sicuri, e anche orgogliosi del nostro Stato”, conclude la nota.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: