PROCESSO ACQUA GRAN SASSO: UDIENZA RINVIATA A 7 OTTOBRE, SIT-IN AMBIENTALISTI

13 Settembre 2019 18:21

TERAMO – Aperto questa mattina e subito rinviato al prossimo 7 ottobre il processo dinanzi al giudice monocratico del tribunale di Teramo che vede imputate 10 persone tra rappresentanti legali e amministratori di Strada dei Parchi, Ruzzo Reti e Istituto nazionale di Fisica Nucleare accusati di inquinamento ambientale e getto pericoloso di cose in relazione all'allarme sversamento dell'8 maggio 2017.

Com'era prevedibile, l'apertura del processo è stata caratterizzata dal deposito delle istanze di costituzione di parte civile di enti ed associazioni giuridicamente riconosciute: sono in totale 14 e su queste nella prossima udienza il giudice Lorenzo Prudenzano valuterà l'eventuale ammissione.

Le difese degli imputati hanno chiesto il rinvio dell'udienza per l'analisi delle documentazioni relative.





All'esterno del tribunale, un gruppo di ambientalisti riuniti sotto le sigle dell'osservatori indipendente sull'acqua del Gran Sasso e del Forum Abruzzese dei Movimenti per l'acqua hanno inscenato un sit-in con striscioni e volantinaggio, chiedendo chiarezza sulle vicenda dell'acquifero e lo spostamento immediato delle 2.300 tonnellate di sostanze pericolose stoccate all'interno dei Laboratori del Gran Sasso.

Gli imputati del processo sono: Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto di fisica nucleare; Stefano Ragazzi, direttore dei laboratori nazionali dell’Istituto di fisica nucleare; Raffaele Adinolfi Falcone, responsabile del servizio ambiente dei laboratori dall’ottobre del 2005; Lelio Scopa, presidente del consiglio di amministrazione della Strada dei Parchi; Cesare Ramadori, amministratore delegato di Strada dei Parchi dal 30 maggio del 2011; Igino Lai, direttore generale di esercizio di Strada dei Parchi con compiti in materia di tutela dell’ambiente dal 2011; Antonio Forlini, oggi ex presidente di Ruzzo Reti e attuale consigliere del Cda; Domenico Giambuzzi, all’epoca dei fatti responsabile dell’area tecnica della Ruzzo Reti; Ezio Napolitani, responsabile dell’unità operativa di esercizio della Ruzzo Reti; Maurizio Faragalli, responsabile del Servizio acquedotto della Ruzzo Reti dal 17 gennaio 2014.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!