PROGETTO UCRAINA: FONDAZIONE PESCARABRUZZO DONA TONNELLATE BENI PRIMA NECESSITÀ PER LA POPOLAZIONE

9 Luglio 2022 11:23

Pescara - Cronaca

PESCARA – È partito oggi un carico di diverse tonnellate di beni di prima necessità (alimenti, medicinali, vestiario, ecc.) che la Fondazione Pescarabruzzo si è impegnata in prima linea a promuovere e realizzare a proprie spese in aiuto alla popolazione ucraina, che sta vivendo le conseguenze più atroci della guerra di invasione russa sul proprio territorio.

Un progetto di aiuto anche frutto della collaborazione intrapresa, già dopo i primi giorni del conflitto, tra la Fondazione e l’Associazione interculturale ucraina Nessuno Escluso con sede a Pescara, in occasione della raccolta fondi per i musicisti fatta a margine del concerto della National Chamber Orchestra di Kiev lo scorso 4 marzo, al Teatro Massimo di Pescara.

Un’occasione musicale trasformata – grazie all’ingresso gratuito offerto dalla Pescarabruzzo e dalla Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” – in una testimonianza corale di pace, solidarietà e vicinanza al popolo ucraino da parte delle massime autorità istituzionali abruzzesi e pescaresi, nonché dell’intera  comunità di cittadini. In quell’occasione, per merito di uno speciale impegno della RAI, anche il pubblico nazionale ed estero ha potuto seguire il concerto in diretta streaming sul nuovo sito della TGR Abruzzo.

Con l’iniziativa di oggi, continua l’azione della Fondazione  a sostegno della grave emergenza umanitaria in atto nella sfortunata Ucraina. Sulla base delle informazioni dirette di profughi e familiari in loco fornite all’Associazione Nessuno Escluso e dalla “Sunrise Ukraine” Foundation, la Pescarabruzzo ha provveduto a reperire il quantitativo di merce utile a garantire un sostegno efficace, nonché il vettore che potesse realizzare il trasporto in sicurezza attraversando l’Europa.

Il carico è composto da diverse tonnellate di beni di prima necessità. Nel dettaglio, si tratta di circa 12.000 pezzi tra medicinali e prodotti di primo intervento sanitario; 400 pezzi tra camicie, pantaloni e polo per adulti e bambini; 2 tonnellate circa di generi alimentari a lunga conservazione soprattutto per la prima infanzia e non solo.

“La velocità con la quale gli Organi della Fondazione Pescarabruzzo e il suo staff hanno operato, affinché il progetto di sostegno vedesse la luce il prima possibile, è emblematica e rispondente al momento di forte emergenza che la popolazione ucraina sta vivendo. La solidarietà umanitaria internazionale si deve realizzare con rapidità e concretezza. Anche con questi gesti si può contribuire al ripristino della pace tanto sperata da tutti”, ha dichiarato il Presidente della Fondazione Pescarabruzzo, Nicola Mattoscio, a margine della partenza del carico con destinazione Kharkiv.

Mentre Kateryna Alerhush, Presidente dell’Associazione interculturale ucraina Nessuno Escluso, che insieme ai volontari ha provveduto ai contatti diretti con l’Ucraina e a stoccare la merce nei locali comunali di piazza Italia, ha confermato che “i prodotti di prima necessità avranno come destinazione la città di Kharkiv e in particolare: l’orfanotrofio, l’ospedale cittadino, le famiglie più disagiate e i soldati bisognosi di curare in emergenza ferite riportate in battaglia”.

“Arriveremo a Kharkiv domenica e sono certo che sarà un momento di sollievo e speranza per almeno un po’ della popolazione stremata. Sono felice di poter contribuire con il mio lavoro a portare la solidarietà concreta della Fondazione Pescarabruzzo e della comunità pescarese”, è quanto dichiara Ivan Symchera, autista della ditta Tirex, che fa riferimento all’ex parlamentare Baginskiy Valeriy e ora impegnato attivamente a promuovere e gestire aiuti.

 

 

 

 

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©

    Ti potrebbe interessare: