PROGRAMMAZIONE 21-27: TERZO SETTORE E PARI OPPORTUNITA’, LE NOVITA’ DELLA REGIONE ABRUZZO

27 Novembre 2020 19:16

PESCARA – La correlazione tra coesione sociale e sviluppo economico è determinante per la crescita del territorio. Per questo anche nella Programmazione 21-27 sarà riservata particolare attenzione al ruolo del Terzo settore e ai temi legati alla promozione della solidarietà e dell’occupazione.

Ad annunciarlo questo pomeriggio gli assessori Pietro Quaresimale e Daniele D’Amario, intervenuti all’incontro con i l tavolo partenariale dedicato ai rappresentanti delle associazioni del Terzo settore e delle Pari Opportunità, inserito nel ciclo di appuntamenti “Il Futuro è partecipato”, organizzato dal Dipartimento della presidenza.

Nel corso della riunione sono state presentate nuove importanti misure, tra cui lo stanziamento di 13 milioni di euro per i servizi destinati alle persone svantaggiate, l’attivazione del registro del Terzo settore e il nuovo Piano sociale, cui stanno lavorando gli uffici regionali.

Come ha spiegato l’assessore Quaresimale, “sarà dato nuovo spazio a misure significative già inserite nella precedente programmazione, quali Abruzzo Include, che ha consentito la presa in carico di circa 1400 persone e il coinvolgimento di oltre 800 aziende, il bando Agorà, per la formazione dei soggetti svantaggiati, Abruzzo Care Family, per contrastare la povertà e valorizzare il principio della sussidiarietà, i Piani di Conciliazione. In più, sarà avviata una importante campagna di comunicazione integrata contro la violenza di genere, sostenendo l’attività dei Centri e le case rifugio”.




Allo studio anche progetti di agricoltura sociale, che saranno ricompresi nel Piano di sviluppo rurale. Sul tavolo della discussione, anche il ruolo dei Centri antiviolenza ai quali, come hanno messo in evidenza le rappresentanti della Commissione per le Pari Opportunità, Alessandra Genco e Maria Franca D’Agostino, va dato nuovo impulso in un momento come quello attuale che vede l’aumento delle denunce. Richiesta anche la revisione della normativa esistente e l’incremento delle risorse per queste strutture, pensando anche, ha osservato Rosa Pestilli, del Comitato Direttivo dell’Organismo Paritetico Nazionale, a un programma straordinario di lavoro per le donne, con progetti formativi e di autoimprenditorialità.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato Emanuela Grimaldi, direttrice del Dipartimento della Presidenza – è quello di mettere a sistema le risorse disponibili, dando continuità agli interventi che hanno dimostrato efficacia nel capire i bisogni del territorio. Ci concentreremo anche sulla prevenzione della violenza, partendo dalle scuole e, più in generale, dalla formazione. Continueremo a fare incontri con i rappresentanti del Terzo settore nella convinzione che da questa sinergia possano venire le risposte più utili e innovative da inserire nella futura Programmazione”.

Il ciclo di incontri prosegue lunedì 30 novembre, dalle ore 11.00 alle 12.30 (https://regioneabruzzo.webex.com/meet/dpa) con i rappresentanti delle organizzazioni ambientaliste.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: