PROROGA CONCESSIONI: BALNEATORI INCONTRANO MINISTRO DE MICHELI

13 Dicembre 2019 13:21

ROMA – “Soddisfazione per gli impegni assunti dal ministro Paola De Micheli e fiduciosi del suo operato”.

E' quanto esprimono all’unisono i rappresentanti delle associazioni di categoria degli imprenditori balneari, fra cui il presidente del SIB/Confcommercio Abruzzo Riccardo Padovano, ricevuti ieri pomeriggio a Roma dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, per un esame delle problematiche riguardanti il proprio settore. 

Alla De Micheli è stata chiesta l’emanazione della circolare ministeriale esplicativa ed applicativa della legge che ha disposto il differimento di quindici anni della scadenza delle concessioni demaniali marittime vigenti, nonché l’emanazione della riforma della materia.

“Provvedimenti amministrativi indispensabili per fare chiarezza e per consolidare la previsione normativa, anche alla luce della confusione e incertezza giuridica causata da contrastanti pronunce di giurisprudenza sul territorio italiano”, viene spiegato in una nota.





“Le Associazioni hanno inoltre sottolineato il dramma dei colleghi a cui si applicano i cosiddetti icanoni pertinenziali' e dell’errore di non aver previsto nella Legge di Bilancio la sospensione della riscossione e delle decadenze dei titoli concessori”. 

“Il ministro – prosegue la nota – ha manifestato il proprio impegno assicurando che entro la fine anno, probabilmente con il Decreto Milleproroghe, sarà emanata una norma cautelare di sospensiva degli effetti pregiudizievoli in danno dei pertinenziali”. 

“Nei prossimi giorni, poi, il Ministero dei Trasporti emanerà la circolare applicativa della legge  145/2018 e, nel contempo, si confronterà con Dario Franceschini, ministro ai Beni Culturali con delega al Turismo, per riprendere il percorso della riforma del settore sulla base di quanto stabilito dalla legge medesima”, conclude la nota.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!