PROTEZIONE CIVILE, LA NUOVA AGENZIA REGIONALE COSTERA’ 3,7 MILIONI: AL DIRETTORE 135 MILA EURO

5 Dicembre 2019 14:37

L'AQUILA – La nuova Agenzia regionale di Protezione civile costerà 3,7 milioni di euro all'anno. Il direttore, che sarà scelto entro novanta giorni dal varo definitivo della legge, percepirà 135 mila euro, in linea con i suoi omologhi in Regione.

E' prevista anche la presenza di un revisore legale, a cui spetteranno 30 mila euro annui. Tutto il personale attualmente in forza al servizio di Protezione civile sarà trasferito nella nuova Agenzia.

Sono queste le novità principali della riforma, passata in commissione, che porterà, presumibilmente nel consiglio del prossimo 10 dicembre, alla nascita dell'Agenzia regionale della Protezione civile, in linea con quanto prevedono le normative nazionali e con quanto hanno già fatto alcune Regioni.

Il progetto di legge è passato in commissione consiliare (prima e seconda, congiunte), modificato da otto emendamenti e da un subemendamento.

Dovrà ora superare il vaglio del prossimo consiglio regionale, il 10 dicembre, ma l’accordo politico c'è: sono state recepite alcune istanze dell'opposizione che già si era favorevolmente posta visto che il testo base era molto simile a quello predisposto dall'ex assessore Mario Mazzocca. In commissione centrosinistra e M5s si sono solo astenuti. Un clima favorito anche dalla “sparizione” dello spauracchio delle 150 assunzioni ex novo, allarme lanciato a suo tempo dal leghista Luigi D'Eramo e rientrato per volontà del governatore Marco Marsilio e dell'assessore Guido Liris. Il rischio paventato era quello, come disse D'Eramo, del “carrozzone politico”.





L’Agenzia, che avrà sede all’Aquila, sarà pienamente autonoma, anche sotto il profilo finanziario e contabile. Prevista la stipula di specifiche convenzioni con Università, centri di ricerca, ordini professionali e volontariato quando servirà acquisire elementi conoscitivi e collaborazioni scientifiche e operative. Il direttore sarà scelto dalla Giunta – entro 90 giorni – tra dirigenti di ruolo della Regione o a soggetti con comprovata esperienza.

La dotazione iniziale di personale è quella delle unità già in forza alla Protezione civile che saranno trasferite all’Agenzia. Previste queste articolazioni organizzative: Unità direzionale, unità organizzative complesse e semplici, il Centro funzionale d’Abruzzo, la sala operativa, la Struttura di missione emergenze di Protezione civile.

Ogni anno sarà approvato, su proposta del direttore dell’Agenzia, il programma annuale di attività, con le necessarie risorse umane, finanziarie e strumentali. Il direttore adotterà anche bilancio, consuntivo, rendiconto generale e li trasmetterà alla giunta. Per il 2019 non ci saranno nuovi oneri a carico del bilancio regionale. Per 2020 e 2021, al direttore sarà riconosciuto un compenso di 135 mila euro annui.

Al revisore legale ne spetteranno 30 mila per ciascuna annualità. Complessivamente la legge costerà circa 3,7 milioni di euro, di cui 2 per il personale e 1,787 per le altre voci di spesa. L’antincendio boschivo costerà, per 2020 e 20’21, 1,7 milioni di euro. In arrivo anche una legge regionale di riordino della disciplina di Protezione civile: l'attuale sarà abrogata.

 
Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!