PROVINCE: D’IGNAZIO, ”L’AQUILA-TERAMO LA COMBINAZIONE GIUSTA”

24 Ottobre 2012 17:29

L’AQUILA – “Con L’Aquila-Teramo provincia unificata, non può che migliorare il tessuto economico: da una parte avremmo un aereoporto di provincia, dall’altra lo sbocco sul mare”.

Sono queste le parole di Giorgio D’Ignazio, assessore del Comune di Teramo con delega al turismo e alle politiche sociali, in un’intervista di AbruzzoWeb in merito al dibattito, che si avvia lentamente alla conclusione, sul riordino delle province, con un occhio di riguardo alla regione Abruzzo.

“Non sono d’accordo con la soppressione di solo alcune province – commenta D’Ignazio – la questione è iniziata con l’intervendo del ministro Calderoli e la riduzione del numero dei consiglieri comunali, come se i consiglieri avessero un costo. Era solo un modo per gettare fumo negli occhi”. 






Nell’intervista ai microfoni dI questo giornale, l’assessore spiega che “leggendo la legge sembra che la provincia di Teramo si dovrebbe sciogliere e non esisterebbero più rappresentanti politici nella nuova provincia che sarà dell’Aquila, fino alle prossime elezioni del 2016”.

“Con risparmi ridicoli – conclude l’assessore – si deve tenere conto, invece, del ruolo che hanno le province sul territorio: non si può pensare che la gestione dei comuni montani sia similare a quelli della costa”. (pi.bi.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: