PULIZIA OSPEDALI: NOMINATA COMMISSIONE MEGA APPALTO, 34 BIG IN CORSA, AFFIDAMENTO IN TRE MESI

COMPONGONO LA TERNA I DIRIGENTI MEDICI LIBERATORE, MERLA VITALONE E DEL DUCA, TRA LE IMPRESE IN GARA L'ABRUZZESE OMNIA SERVITIA CHE HA REALIZZATO L'OSPEDALE COVID DI PESCARA

10 Gennaio 2024 08:46

L'Aquila - Economia

L’AQUILA – Entra finalmente nel vivo la gara per il mega appalto da 137 milioni di euro per il servizio di pulizia e sanificazione, per cinque anni, degli ospedali, presidi sanitari e sedi delle quattro Asl abruzzesi: l’Agenzia regionale dell’Abruzzo per la Committenza (Areacom), con una determina direttoriale del 21 dicembre, e dopo due estrazioni, ha infatti proceduto alla nomina dei tre componenti della commissione giudicatrice, che dovranno valutare le offerte dal punto di vista tecnico ed economico. Si stima entro tre mesi, con affidamento dunque che arriverà dopo le elezioni regionali del 10 marzo. E in tal senso si sono già tenuti summit per accelerare l’iter.

Una partita, questa, da far tremare i polsi, a cui partecipano ben 34 imprese, che hanno risposto al bando scaduto il 18 aprile e tra cui tanti colossi operanti nel comparto, e a guidare le big c’è A guidare le big l’abruzzese Omnia servitia di Antonio Colasante, della stessa holding che ha realizzato l’ospedale Covid di Pescara.

L’importo a base di gara ammonta complessivamente ad  114.257.140 euro, cui aggiungere il massimale di spesa per opzioni pari a 22.851.428 euro, gli oneri per la sicurezza pari a complessivi 145.200, e l’iva per l’intero periodo contrattuale di 60 mesi.  In totale dunque 137 milioni di euro  per cinque anni, 27,4 milioni l’anno.

Una gara che ha registrato ritardi, il cui esito era atteso entro il 2023, affidata dalla Regione Abruzzo ad Areacom, l’ex Aric, guidata dal direttore generale Donato Cavallo, che si è a sua volta affidata alla piattaforma “Sistema Acquisti Telematici della Regione Lazio – S.tel.la”, dove l’intera procedura, in modalità telematica, si svolge, come già avvenuto per altre gare.

Un bando che rappresenta un severo banco di prova, visto l’importo, la complessità, gli interessi in gioco, e alla luce della decisione di non affidarsi alla stazione appaltante Consip, la centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana.

Il primo sorteggio per l’individuazione dei componenti della commissione di gara è avvenuto il 7 dicembre, e ad essere sorteggiati sono stati Santina Liberatore, dirigente medico presso la direzione medica dell’ospedale di Chieti, Stefano Merla Vitalone, dirigente medico presso la direzione medica del polo ospedaliero di Sant’Omero (Teramo), Manuela Di Virgilio dirigente medico presso la direzione medica dell’ospedale di Giulianova (Teramo).

E accaduto però che Manuela Di Virgilio si è dimessa il 13 dicembre, ed è stata necessaria una ulteriore estrazione, avvenuta il 18 dicembre, e a completare la triade è stato così Livio Del Duca, dirigente medico della Asl di Pescara.

A seguire il 21 dicembre con una determina direttoriale di Areacom si è proceduto alla nomina della commissione composta da Liberatore, Merla Vitalone e Del Duca. La determina porta la firma della dirigente Areacom Lucia Del Grosso, rup della gara, del direttore generale Donato Cavallo e dell’estensore Lucia Iagatta.

I nominativi dei potenziali componenti della commissione da estrarre a sorte sono stati indicati dall’Agenzia sanitaria regionale, dalle Asl, e dal Dipartimento Sanità della Regione Abruzzo, tra coloro che “nel comparto sanitario abruzzese erano in possesso della professionalità e dell’esperienza necessaria nello svolgimento dell’incarico da ricoprire”.

La Asl di Pescara, ha indicato oltre a Del Duca, Federica Carfagnini, dirigente medico presso  la direzione medica. La Asl Lanciano-Vasto-Chieti, ha indicato oltre a Liberatore, Maria Antonietta Pompeo, coordinatrice aziendale rischio Infettivo presso il reparto Qualità, Accreditamento e Rischio Clinico. La Asl di Teramo, ha indicato i citati Di Virgilio e Merla Vitalone.

Tanti i big che ambiscono al mega appalto e oltre alla citata Omnia Servitia, solo per citarne alcuni, troviamo la Colser servizi, la Coopservice, la Vivenda, il Consorzio stabile Cpm assieme alla Clean service, la Team services.  In gara c’è infine la tedesca Dussmann, che gestisce attualmente il servizio, e fino a dicembre 2024, e che secondo quanto si è appreso, sarebbe anche pronta a portare in tribunale tutti coloro che dovessero violare ciò che reputano diritti acquisiti.

La gara era partita con qualche intoppo, tanto che la data per presentare domanda è stata spostata  progressivamente dal 9 gennaio, al 30 marzo, poi al 18 aprile. E tenuto conto che prima seduta della commissione di gara si era riunita per la prima volta il 20 aprile.

I servizi messi a bando sono quelli di pulizia e sanificazione, di gestione rifiuti, della fornitura e gestione materiale igienico, ed ancora degli interventi straordinari (anche per la costituzione di eventuali presidi fissi), e della sanificazione ambienti ed oggetti a ridotto impatto ambientale.

L’affidamento avverrà mediante procedura aperta con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo. Il punteggio tecnico sarà al massimo di 80 punti, il punteggio economico di 20 punti.

Tra i requisiti, l’applicazione nei confronti dei propri dipendenti di un trattamento economico e normativo non inferiore a quello risultante dal contratto collettivo nazionale di lavoro per i lavoratori delle imprese di pulizia, il riassorbimento del personale già in servizio con il precedente aggiudicataria, e non potrà essere affidata in subappalto l’integrale esecuzione del contratto.

LE 34 SOCIETA’ CHE HANNO PARTECIPATO AL BANDO 

Team service società consortile a.r.l.





Colser società cooperativa

Servizi integrati srl

Rti Ge s.a.p. – Gemaservices s.r.l.

Pfe s.p.a.

Vivenda spaà

Ideaservice soc. Coop.,

Copura soc. Coop.

Rti Consorzio stabile Cpm – Clean service srl

C.m. Service s.r.l

C.i.c.l.a.i. Soc. Cons. Coop. Esecutrice pulitori ed affini

Consorzio Leonardo servizi e lavori società cooperativa consortile stabile esecutrice Blue Lion facility – coop.va di facchinaggio l. Morelli

Coopservice s. Coop. P.a.

Rti Multiservice società cooperativa responsabilità limitata – b. & b. Service soc. Coop. – i. C. Servizi consorzio stabile a.r.l. Esecutrice i.c. Servizi srl,

Cns consorzio nazionale servizi società cooperativa esecutrice Camst,, Soc. Coop. A.r.l. – Diemme

Pulinet servizi srl

Copernico società consortile per azioni

Euro&promos fm s.p.a.





Rti Gestione servizi integrati srl a socio unico – Il Poliedro società cooperativa,

Tedeschi srl

Romeo gestioni

Rti Papalini s.p.a. – Securitalia multiservice società cooperativa

Rti So.tr.a.f. Di Marguati & c. S.r.l. –  La Lucente spa,

Copma

Consorzio stabile Impero

Rti  E.p.m. S.r.l. – Italiana facility managment spa,

Rti L’operosa spa – La Veneta servizi

Rti Gsn srl – bsf s.r.l.

Rti Il Faro società cooperativa per azioni – Diem s.r.l.

Dussmann service srl

Consorzio stabile Euro global service grandi appalti

Rti Ferco srl – Lancar srl

Rti Meranese servizi spa – Iss italia a. Barbato srl

Sagad srl

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: