PUNTO NASCITE SULMONA: BIANCHI, “SUPERARE LA LEGGE LORENZIN, TUTELARE DIRITTO SANITA’ AREE INTERNE”

9 Febbraio 2021 12:05

SULMONA – “Non è nemmeno ipotizzabile che il Punto nascita dell’ospedale di Sulmona, presidio indispensabile ed irrinunciabile per un ampio bacino di riferimento territoriale,  possa chiudere. E ben vengano le rassicurazione del presidente della Regione, Marco Marsilio, e dell’assessore alla Salute, Nicoletta Verì. L’ostacolo che va rimosso a livello governativo è ora quello della legge Lorenzin, strumento inapplicabile e che penalizza con criteri ragionieristici la sanità delle aree interne”.

A suonare la carica, all’indomani della manifestazione dei sindacati contro la chiusura paventata del punto nascite dell’ospedale di Sulmona, il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Elisabetta Bianchi, nell’intervista in diretta in streaming  ad Abruzzoweb.

Bianchi ritiene prioritario, a livello comunale l’elaborazione di una proposta di rete sanitaria che valorizzi l’ospedale di Sulmona, facendo ovviamente salvo il punto nascite.

E poi rivolto agli esponenti abruzzesi e peligni del Movimento 5 stelle e Partito democratico in Parlamento. “ Che fine hanno fatto le promesse di modifica del Decreto Lorenzin spese dal Movimento 5 Stelle? Hanno avuto un ministro alla Sanità, ma nulla è cambiato, né con il Conte primo né con il Conte bis”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: