RECOVERY, BELLANOVA: “PNRR STRAORDINARIA OCCASIONE PER L’ABRUZZO”

27 Settembre 2021 17:02

Regione: Politica

VASTO – Gli investimenti previsti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza rappresentano ”una occasione straordinaria” per l’Abruzzo, ”che dobbiamo essere capaci di mettere a valore. Un investimento complessivo, al netto delle risorse da ripartire con bando, per 2,27 miliardi di euro”.

Lo afferma il viceministro alle Infrastrutture, Teresa Bellanova, in una nota. Nel corso dell’incontro con la comunità dei sindaci, abruzzesi e molisani, della Val di Sangro, insieme ai presidenti di provincia di Chieti e dell ‘Aquila.

Bellanova sottolinea che l’interlocuzione di oggi con le comunità territoriali ”è stata ricca di temi e preziosa anche per il lavoro da svolgere al Ministero. So che il completamento del Fondo valle ferroviaria, dove c’è un binario interrotto è tema sensibile e che sta a cuore sia a questo territorio che al Molise. È vero, è un’opera fondamentale sia per i trasporti merci su ferro per i collegamenti turistici”. Bellanova assicura che ”appena rientrata a Roma avvierò le interlocuzioni con gli uffici per verificare la possibilità che l’opera venga inserita nell’ambito delle diverse programmazioni. E conto di trasferire al ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, quanto mi è stato fatto presente dai sindaci circa la situazione di Stellantis in Abruzzo”.

Bellanovra fornisce una ”panoramica non esaustiva ma che restituisce perfettamente la rilevanza della sfida che il Paese sta affrontando e la necessità di saper integrare e fare interagire strumenti e risorse perché non un euro vada perduto”.

“L’elenco comprende: 621 milioni della Roma-Pescara; oltre 38 milioni risorse per il potenziamento della ferrovia Adriatico-Sangritana, alle risorse destinate all’ammodernamento delle stazioni di Chieti, Giulianova, Pescara, Terano, Vasto-San Salvo e a quelle per il rinnovo treni, il rinnovo parco-autobus, l’up-grading sulla Pescara-Foggia; 5 milioni per la ferrovia turistica Sulmona-Carpinone; oltre 31 milioni per i porti di Pescara e Ortona; circa 63 milioni per la Zes; oltre 21 milioni per gli invasi e la gestione sostenibile delle risorse idriche”.

“Nella lista rientrano anche gli investimenti per l’edilizia residenziale pubblica e 5 interventi ammessi a finanziamento con il Programma qualità dell’abitare per oltre 66 milioni. Inoltre circa 54 milioni sono destinati all’Abruzzo, con il decreto del 16 luglio scorso, per la messa in sicurezza di ponti e viadotti e per la messa in sicurezza della rete viaria di province e città metropolitane. A cui si aggiungono gli investimenti per la manutenzione delle strade provinciali nelle aree interne e che qui come nel resto del Paese ”dobbiamo ripopolare perché tornino a vivere con buone economie”, conclude.

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: