REFERENDUM: BERLUSCONI, “RIFORMA E’ RESTRIZIONE DEMOCRAZIA”

18 Settembre 2020 09:56

ROMA – “Prima di tutto voglio rivolgere un caloroso invito a tutti gli italiani a recarsi alle urne, qualunque sia la loro intenzione di voto. Dal nostro voto dipende il Paese che lasceremo ai nostri figli”.

Così Silvio Berlusconi su La Stampa spiegando, sul referendum, le sue “perplessità: un taglio dei parlamentari era nella nostra riforma del 2005, cancellata dalla sinistra. Ma era una riforma organica, completa. Questa invece è solo una restrizione degli spazi di democrazia, di rappresentanza e di libertà”.

Sulle regionali avverte che non fa calcoli sui risultati ma che quando si batte “in una sfida il mio obiettivo è vincere ovunque. Starà poi alla responsabilità istituzionale dell’esecutivo e delle forze che lo sostengono – dice parlando della tenuta – trarne le conseguenze”.

Su una possibile vittoria in Toscana: “Penso che qualsiasi regione sia espugnabile, che le roccaforti rosse non esistano più, che in Toscana abbiamo una brava candidata e una squadra di Forza Italia molto competitiva”.





Poi parla della Puglia, delle Marche, e della Val d’Aosta, ma anche della Campania.

“Mi piacerebbe fosse possibile sottrarre ai tatticismi della politica quotidiana un grande tema come il Recovery fund – osserva – per il quale mi sono molto battuto in Europa e che rappresenta la principale opportunità per far ripartire il Paese dopo la gravissima crisi del Covid”.

A proposito della malattia racconta di non essersi “sentito solo, al contrario: sono stato circondato dall’affetto straordinario di tante persone, da quello di tanti italiani che non conosco personalmente. Una testimonianza corale, da sostenitori e avversari, che non solo mi ha commosso ma mi ha dato la forza di superare uno dei momenti più difficili della mia vita. Certo, ho avuto paura, ho sofferto e sono ancora molto prostrato, ma non ho mai smesso di confidare nell’aiuto di Dio e nella professionalità dei medici”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!