REGIONALI: CHIAVAROLI, ”ELETTORI CONSAPEVOLI DEL NOSTRO LAVORO”

13 Maggio 2014 20:53

L’AQUILA – “Sono stati 5 anni belli, pesanti anche per noi oltre che per la popolazione, tra crisi economica e terremoto. Per me, per il governo regionale, per il presidente Chiodi, sono stati 5 anni di soddisfazioni. Abbiamo lavorato bene e risanato una situazione difficile non soltanto dal punto di vista economico, ma anche da quello etico, chiudendo enti e tagliando davvero i costi superflui della politica”.

Così ai microfoni di AbruzzoWeb Riccardo Chiavaroli, consigliere regionale di Forza Italia ricandidato alle elezioni regionali del prossimo 25 maggio, in sostegno al presidente regionale uscente, Gianni Chiodi.

“Possiamo guardare avanti con serenità – dice Chiavaroli – perché abbiamo ricostruito i pilastri su cui si dovrà fondare la Regione. Adesso la Regione ha le gambe per camminare. Vogliamo far sognare i cittadini, far arrivare il messaggio che c’è un Abruzzo molto bello. Forse dovevamo comunicare di più, ma eravamo impegnati a lavorare. Gli elettori sanno ciò che abbiamo realizzato”.

L'ex portavoce del maxi gruppo da 25 consiglieri del Popolo della libertà assicura che “in questa campagna elettorale lottiamo per vincere, abbiamo riscontri ‘scientifici’ e dalla gente, Luciano D’Alfonso e i suoi del centrosinistra sono partiti in anticipo sbandierando la vittoria ai quattro venti – ricorda – ma adesso hanno molti problemi e la situazione è contraria. La sensazione per noi è molto positiva, gli altri fanno solo chiacchiere”.

Per Chiavaroli, il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo è invece “una variabile interessante anche in termini numerici. Credo però che potranno andare bene a livello europeo, non locale. Alle Regionali gli elettori vogliono guardare in faccia chi votano. E poi non hanno la capacità per governare”.

“Da consigliere ho lavorato tanto, firmando circa 54 provvedimenti di cui sono particolarmente orgoglioso. Lo slogan elettorale? Ripreso, con ironia, da uno spot di George Clooney, è sicuramente il più originale”, conclude.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: