REGIONALI: FOLLA PER SALVINI NEGLI INCONTRI NEL TERAMANO CON BAGNAI E D’ERAMO

4 Marzo 2024 12:24

Teramo - Politica

TERAMO – Grandissima partecipazione, ieri, nel Teramano alle iniziative a cui hanno preso parte il Vicepremier, ministro delle Infrastrutture e Trasporti e leader della Lega Matteo Salvini e i candidati del collegio di Teramo alle elezioni regionali del 10 marzo. Accompagnato dal Sottosegretario di Stato al Masaf e segretario regionale della Lega Abruzzo Luigi D’Eramo, Salvini ha visitato le aziende della zona e incontrato centinaia fra cittadini e amministratori a Sant’Onofrio di Campli e a Castellalto. Presente agli eventi anche il Presidente della Commissione Bicamerale di Controllo Enti Bicamerali, Alberto Bagnai.





“Sono 9 anni – ha sottolineato D’Eramo – che Salvini in maniera continua viene in Abruzzo, confrontandosi con imprenditori, ordini, associazioni e categorie e, quindi, con il tessuto economico e sociale della nostra regione. Una regione che ama e conosce in ogni suo angolo. Una regione di cui sappiamo problematiche, potenzialità e, pertanto, come agire per renderla ancora più competitiva e attraente”.

D’Eramo ha aggiunto di essere molto “orgoglioso” del lavoro della Lega in questi 5 anni nel governo regionale. “Cinque anni fa, quando abbiamo vinto le elezioni, – ha sottolineato – avevamo una regione ferma, senza una visione, senza una programmazione e progettazione. L’Abruzzo era ultimo nelle classifiche sulla qualità e sul gradimento della macchina amministrativa, della capacità legislativa e dei servizi. E questo perché alla guida avevamo un centrosinistra dilaniato al proprio interno e con continue crisi. In questi 5 anni, grazie al lavoro della Lega, l’Abruzzo è tornato ad avere credibilità. E soprattutto abbiamo mantenuto tutte le promesse assunte in campagna elettorale”.





Quella di ieri è stata la quarta visita in Abruzzo di Salvini, nel giro di pochi giorni. Tornerà nella nostra regione per sostenere i candidati della Lega alle regionali anche il 7 e l’8.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: