REGIONALI: SALVINI IN ABRUZZO, “SARO’ SPESSO QUI, NON MI RISPARMIO, IL 10 MARZO SI VINCE”

27 Febbraio 2024 19:39

Regione - Gallerie Fotografiche, Politica

PESCARA – “Con Giorgia Meloni e Antonio Tajani saremo sullo stesso palco. Io ci sarò il 2 e il 3, in provincia di L’Aquila e Teramo, poi tornerò il 7 e l’8. Io non mi risparmio, poi quando si vince si vince tutti, quando si perde si perde tutti, però faccio il ministro dei lavori pubblici che in Italia è assolutamente bello, complicato, sfidante ed emozionante. Poi quando perdi devi domandarti perché hai perso e far meglio la prossima volta”.

Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, intervenuto per un evento elettorale a Chieti, rispondendo ai giornalisti sui prossimi appuntamenti in vista delle elezioni regionali del prossimo 10 marzo.

Il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e Trasporti è stato accompagnato, tra gli altri, dal sottosegretario Masaf e segretario regionale del carroccio Luigi D’Eramo, dal deputato Alberto Bagnai, dai consiglieri ricandidati Sabrina Bocchino, Fabrizio Montepara, Vincenzo D’Incecco, dal commissario provinciale Maurizio Bucci e dagli amministratori del territorio.

“La Sardegna è la Sardegna – ha spiegato – l’Abruzzo è l’Abruzzo, non sono voti nazionali, sono voti per i sardi e per gli abruzzesi. Leggevo che qualcuno che ha vinto in Sardegna vuole venire a fare campagna elettorale in Abruzzo: non conosce gli abruzzesi, è gente che non ha bisogno di qualcuno che arriva da fuori per spiegargli come si sta al mondo, gli abruzzesi sono persone assolutamente pragmatiche che riconoscono il lavoro fatto e sono assolutamente fiducioso del fatto che fra dieci giorni qua si vince e si vince bene”.





“Non vedo l’ora che arrivi il 10 marzo perché il giorno prima è il mio compleanno, e conto di festeggiarlo bene, qua c’è un centrodestra compatto che si ripresenta dopo cinque anni di buon lavoro, c’è una Lega
forte, vivace, che sicuramente supererà la doppia cifra”.

“Come ministro sono al lavoro per la Sardegna anche oggi, anche oggi ho sentito i tecnici di Rfi e delle autorità portuali perché al di là del voto, che è sempre da rispettare, la Sardegna ha un ritardo di infrastrutture, un po’ come l’Abruzzo, che merita il mio impegno. Questa mattina ho presentato miliardi di euro di opere pubbliche in lavorazione, in progettazione e in prossimo avvio, strade, autostrada, i lavori sulla A24. Son contento di aver restituito l’autostrada A24 agli abruzzesi, di aver fermato per 7 anni il pedaggio, penso sia l’unica autostrada italiana dove i cittadini per sette anni non pagheranno un centesimo di euro di più di pedaggio anzi il mio obiettivo è di arrivare a ridurlo”.

Al termine degli incontri D’Eramo ha commentato: “Dalle autostrade alla ferrovia Roma-Pescara fino agli investimenti per migliorare la rete idrica. A Pescara il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e trasporti Matteo Salvini con l’Italia dei Sì 2023-2032 ha fatto il punto su cantieri, progetti e grandi opere dell’Abruzzo e dell’Italia. Ringraziamo Salvini e il Mit per l’attenzione verso la regione e per il grande lavoro che si sta facendo per realizzare infrastrutture che miglioreranno la vita dei cittadini e la competitività del territorio e delle imprese”.

Per le autostrade A24-A25 previsti “il blocco delle tariffe per 7 anni, più risorse per manutenzione ordinaria e straordinaria e un Osservatorio sul diritto alla mobilità. Mentre con investimenti di oltre 7 miliardi di euro l’alta velocità Roma-Pescara sarà un’opera strategica non solo per l’Abruzzo, ma per tutta l’Italia”.

“Altro importante tema toccato è stato l’acqua – ha aggiunto D’Eramo -. Per il contrasto alla dispersione idrica, la lotta alla siccità, la messa in sicurezza delle dighe e garantire l’irrigazione nei campi sono stati programmati sul territorio interventi per circa 200 milioni di euro. La Lega si conferma il partito del fare e dei sì: sì al lavoro, sì all’ambiente, sì al futuro. Avanti per un Abruzzo più veloce, più sicuro e più competitivo”.





Salvini nel pomeriggio ha visitato anche l’aeroporto d’Abruzzo: “con gli interventi in corso, a cominciare da quello per l’allineamento della pista, è destinato a crescere ancora di più e a diventare un punto di snodo per il business, ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo Salvini che ha incontrato il presidente della Saga Vittorio Catone e i rappresentanti del Cda”, ha commentato il capogruppo della Lega in Regione, Vincenzo D’Incecco.

“Il ministro – ha sottolineato D’Incecco – si è detto soddisfatto dei progetti e dei lavori in corso di realizzazione o che saranno presto realizzati e si è complimentato per il record dei passeggeri raggiunto nel 2023. Numeri destinati ad aumentare ancora nella prossima estate quando avremo oltre 120 voli settimanali su 16 rotte, una in più rispetto alla stagione scorsa. E tutto questo grazie al grande lavoro della Saga e al contributo del gruppo della Lega in Consiglio Regionale nello stanziamento di fondi”.

Dopo l’aeroporto, il ministro insieme al sottosegretario D’Eramo e a D’Incecco ha voluto visitare la sede della guardia costiera a Pescara, che “è uno dei punti di riferimento sul territorio nazionale in caso di calamita”’.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: