REGIONE: CAMPITELLI, ”SU TAGLI FONDI A LANCIANO SOLO FAKE NEWS”

10 Dicembre 2019 13:02

LANCIANO – “Da Paolucci e Marongiu solo fake news su Lanciano” L’assessore regionale, Nicola Campitelli, della Lega, interviene sui presunti tagli della Regione a Lanciano, annunciati dal presidente del Consiglio comunale Leo Marongiu e dal consigliere regionale Silvio Paolucci, capogruppo del Partito democratico 

“Stiamo assistendo a maldestri tentativi di destabilizzare il clima politico frentano divulgando vere e proprie fake news” Nessuna sforbiciata su Lanciano e nei confronti dei lancianesi.In primo luogo- commenta Campitelli- sulla revoca dell’acquisto dell’angiografo all’Ospedale di Lanciano, la Giunta D’Alfonso aveva deliberato l’acquisto senza la relativa copertura finanziaria. Pertanto, non si è trattata di una decisione politica ma di una presa d’atto del nuovo D.G. che verrà rivista nell’ambito di una riallocazione generale delle risorse che comprenderà anche l’Ospedale di Lanciano. Marongiu e Paolucci dovrebbero sapere bene che non si possono deliberare acquisti senza una previa verifica delle risorse finanziarie a disposizione”.

Il secondo scippo riguarderebbe i meno 90 mila euro a Lancianofiera: “A LancianoFiera è stato deliberato il contributo ordinario annuale di 45.000,00 euro – ribatte Campitelli -. Per il triennio 2016 – 2018, il precedente governo regionale aveva concesso un contributo eccezionale di euro 140.000,00 non per “riqualificare il padiglione 2” ma soprattutto per sanare i debiti di bilancio accumulati negli ultimi anni. Il contributo eccezionale spettava fino al 2018 e, per un mero errore di trascrizione, era stato inserito anche nel bilancio 2019. Pertanto, di intesa con il Sindaco Pupillo e con il Presidente Ferrante, è stato deliberato solo il contributo ordinario di euro 45 mila”.






“Questo Governo regionale continuerà sia a garantire il contributo ordinario previsto per Legge regionale all'ente LancianoFiera, sia a supportare il Polo fieristico regionale con progetti volti alla concreta riqualificazione ed ammodernamento dei padiglioni e non a semplici sanatorie di debiti di cassa”. Da ultimo, il caso della presunta chiusura dell’Ufficio di Promozione culturale di Lanciano “Sulla questione Biblioteca regionale c’è la mistificazione più grave da parte di coloro che nell’ambito della scorsa legislatura regionale hanno governato senza assessore alla Cultura ed a livello locale tagliano sempre di più risorse alle associazioni culturali facendo pagare anche tutti gli spazi pubblici che occupano per i loro eventi. Come già ampiamente spiegato, per la Biblioteca regionale non è previsto alcun taglio, né alcun accorpamento. Le strutture di Lanciano e di Vasto rimangono dove sono e con la medesima rispettiva forza lavoro. Pertanto, i sei dipendenti di Lanciano resteranno dove sono. L'unica differenza è che uno dei dipendenti di Lanciano non percepirà più l'indennità di Capo Ufficio essendovi un'unica posizione di responsabilità a scavalco tra Lanciano e Vasto”. “Le “passeggiate” degli Assessori Regionali a Lanciano sono in realtà momenti di confronto e segni tangibili della vicinanza della Regione a Lanciano ed ai lancianesi”.

“Finalmente, dopo anni di promesse, mosse sottobanco e fondi mai arrivati- conclude Campitelli- il sottoscritto insieme ad i miei colleghi di Giunta siamo pronti, con serietà e buonsenso, ad investire su questo importantissimo territorio. Il Consigliere Paolucci farebbe bene a documentare meglio il Presidente del Consiglio comunale Marongiu che, già caldo per la prossima campagna elettorale, agita e tenta di destabilizzare senza motivo il clima politico frentano”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: