NEL PDL A FIRMA PAOLUCCI (PD) IL CENTRODESTRA ABRUZZESE PROVA A INSERIRE NORME ''INTRUSE'', TRA CUI FONDI PER LA MARSICA E PESCARA. SEDUTA CONSIGLIO SI ANNUNCIA MOVIMENTATA

REGIONE: LEGGE MAESTRI DI SCI DIVENTA MINESTRONE, MAGGIORANZA IN FIBRILLAZIONE

26 Ottobre 2019 00:11

L'AQUILA – Certo, non sarà il referendum contro la legge elettorale o la nomina di un manager Asl, ma la maggioranza di centrodestra in Regione sarà chiamata, nella seduta del consiglio regionale di martedì prossimo, a una mini prova del fuoco. Soprattutto per i precedenti, affatto edificanti.

L'ultima volta che i consiglieri provarono a ficcare di tutto un po' in un progetto di legge furono costretti a battere in ritirata. La storia si ripete.

Stavolta il contenitore individuato è il progetto di legge numero 32, primo firmatario Silvio Paolucci del Pd. Si tratta dello stanziamento di 100 mila euro per la divisa unica regionale dei maestri di sci abruzzesi, in ottemperanza a quanto previsto addirittura nel 2012 da una legge regionale: “I maestri di sci iscritti all'albo regionale utilizzano la divisa adottata dal Consiglio direttivo del Collegio regionale che reca il distintivo con il logo ed i colori della Regione Abruzzo”.

La norma è già passata in commissione e dovrebbe solo essere votata dal Consiglio. Invece no. Sono stati presentati emendamenti di varia natura che costringeranno a un nuovo passaggio proprio in commissione.






La maggioranza, forse non appagata dal fatto che la legge porta la firma di Pd e M5S, proverà a inserire alcuni nuovi stanziamenti. In particolare il presidente dell'assise, Lorenzo Sospiri, azzurro di Forza Italia, vuole rifinanziare, con 250 mila euro, da fondi del consiglio regionale, la legge regionale 49 del 30 agosto 2017 per concedere contributi alle piccole imprese operanti nei territori colpite dagli eventi sismici del 2016-2017.

Lo stesso Sospiri vuole inserire nel progetto di legge l’adeguamento del compenso per i revisori dei Conti della Regione equiparandoli ai Comuni con popolazione superiore a 500 mila abitanti.

Mario Quaglieri e Guerino Testa (FdI), vogliono concedere 250 mila euro al Comune di Trasacco come compartecipazione alla ristrutturazione dei “Tre Portoni”, monumento eretto in piazza Matteotti in ricordo dell’eccidio nazista. La Lega, infine, a firma di Vincenzo D’Incecco e Pietro Quaresimale, vuole dare 20 mila euro al Comune di Villa Celiera, nel Pescarese, per compartecipare al rifacimento della rete sentieristica montana e per la predisposizione delle piste dedicate agli sport invernali.

L'ultima volta che un provvedimento fu “attaccato” in questa maniera, si crearono tensioni nella maggioranza a causa degli interessi dei singoli consiglieri. Si ripeterà?

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: