REGIONE: RIAPRE BAR IN VIA ANTICA ARISCHIA, AGGIUDICAZIONE A TEMPO ALL’AQUILANA GUSTO SAS

27 Marzo 2021 08:34

L’AQUILA – Sarà a breve inaugurata la nuova gestione del bar della sede della Regione Abruzzo in via Antica Arischia est, che ospita il dipartimento della Protezione civile e la vicepresidenza della Giunta regionale, nel palazzo adiacente a quello del Tribunale amministrativo regionale (Tar).

Ad aggiudicarsi il servizio, il 25 gennaio scorso, la “Gusto sas” dell’Aquila, di Alessandra Viola, che gestisce il locale Ci Ritorno,  proprio all’ingresso della sede regionale.

La procedura di affidamento, che avrà durata fino a dicembre prossimo, prorogabile di sei mesi, è la stessa che ha portato ad aggiudicare il bar e la mensa aziendale di Palazzo Silone dell’Aquila, sede della Giunta regionale abruzzese, con inaugurazione già avvenuta il 17 marzo, ad Aquerello, società di Giordano Equizi, 36enne noto imprenditore edile e presidente dell’Ance giovani dell’Aquila, che da mesi ha diversificato il suo business prendendo in gestione l’omonimo e frequentato locale lungo la statale 80.

Gusto sas come pure Aquerello subentrano alla Dadi dei fratelli Luca e Marco Danaschi dell’Aquila, che ha operato dal 2015 sia in via Antica Arischia che a palazzo Silone e che a novembre ha comunicato l’intenzione di non voler più proseguire la gestione di entrambi i servizi, dopo il lungo stop e dei prolungati lockdown resi necessari per contrastare l’epidemia di coronavirus e che ha determinato la desertificazione degli uffici regionali. Con l’introduzione dello smart working anche oggi la metà dei 300 dipendenti di Palazzo Silone e dei 15o della sede di via antica Arischia est non sono presenti in sede.

A seguire entrambe le pratiche la dirigente del Dipartimento Risorse, Paola Di Salvatore, titolare del servizio Datore di lavoro e da fine dicembre dirigente pro-tempore del servizio Gare e contratti.

Come già illustrato da Abruzzoweb, sia per il bar e servizio mensa di palazzo Silone ( lotto 1), che per il bar di via Antica Arischia est ( lotto 2) e stata indetta l’8 gennaio scorso una manifestazione pubblica di interesse a cui hanno risposto 13 operatori da tutta Italia. Poi però il perdurare dell’emergenza covid ha indotto gli uffici regionali ad optare per la modalità dell’affidamento diretto in concessione temporizzata, e rimandare la gara europea a quando l’emergenza covid sarà superata, e per la Regione sarà possibile dare garanzie sull’utenza potenziale e stabile, con i dipendenti tornati o a lavorare in presenza e con il riattivarsi degli avventori esterni.

Ad essere convocati per l’assegnazione per le “vie brevi” e temporanea i soli operatori del territorio aquilano che avevano risposto alla manifestazione di interesse dell’8 gennaio. Le migliori proposte e sono dunque state giudicate quelle di Aquarello per il bar e mensa di palazzo Silone, e quella di Gusto sas per il bar di via Antica Arischia est.

Gusto sas  non dovrà pagare nessun canone annuale, a differenza di quello che accade per mensa e bar di palazzo Silone, 1.500 euro a base d’asta, che però è stato per i primi mesi congelato.

Dovrà farsi carico delle spese di gestione, e a tal proposito si apprende che la Dadi dei fratelli Danaschi ha lasciato in dote a titolo gratuito e già acquisito al patrimonio della Regione, il bancone e le attrezzature. Gusto sas dovrà rispettare come ovvio le stringenti misure anti-contagio, con distanziamento fisico e constanti sanificazioni. Si è poi impegnata a previlegiare prodotti abruzzesi e a filiera corta.

Si tratterà per i primi tempi di stringere i denti, visto che l’utenza sarà nel primo periodo assai scarsa, visto che anche nella sede di via Antica Arischia est, come detto, la meta dei 150 dipendenti non lavorano in sede ma da casa.  A dare un po’ di respiro saranno gli avventori che potranno fruire del bar tra i dipendenti dell’adiacente palazzo del Tar regionale.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: