REGIONE: SCOCCIA ANCORA CONTRO D’ERAMO, “METEORA POLITICA CHE SI STA SCHIANTANDO A TERRA”

29 Ottobre 2020 15:23

SULMONA  – “D’Eramo è riuscito a perderle tutte con un partito al 35%. Rappresenta oramai una meteora arrivata quasi allo schianto a terra”.

Prosegue lo scontro durissimo tra il consigliere regionale del Gruppo Misto Marianna Scoccia, moglie dell’ex assessore regionale di centrosinistra Andrea Gerosolimo e il deputato della Lega e segretario regionale Luigi D’Eramo.

Scoccia in consiglio lo ha definito “l’artefice” del fallimento alle amministrative di Chieti ed Avezzano, facendo dell’ex assessore regionale Mauro Febbo il capro espiatorio”.

D’Eramo ha risposto con sarcasmo: “Normalmente sono abituato a parlare di politica quindi non posso rispondere alla Scoccia. La sua storia politica familiare è chiara e sotto gli occhi di tutti gli abruzzesi: del saltimbanco hanno fatto uno stile di vita politica”.




E Scoccia ha contro replicato, evocando anche i risultati non positivi delle amministrative in Puglia dove D’Eramo, fedelissimo del leader Matteo Salvini,  è commissario.

“Dopo l’Ambasciatore che non porta pena (Sabrina Bocchino) arriva ad intenerirmi anche lo statista Luigi D’Eramo – incalza il consigliere -. Inizio a nutrire simpatia verso quest’uomo che del tutto casualmente si ritrova a ricoprire una carica così importante. Lui che grazie al suo ex partito, La Destra di Storace, riuscì a strappare una poltrona da assessore provinciale e che per mantenerla iniziò a frequentare casa mia e di mio marito. Lui che è riuscito a perderle tutte con un partito al 35%!!!! Lui che rappresenta oramai una meteora arrivata quasi allo schianto a terra”.

“Inutile ribadire quanto accaduto con la mia candidatur. Ringrazio D’Eramo per aver sottolineato che la mia storia politica è sotto gli occhi di tutti gli Abruzzesi, poiché per me rappresenta motivo di orgoglio visti i risultati che abbiamo incassato negli anni. Torni pure a parlare di politica ma, per il futuro, cerchi di limitare i danni”, conclude Scoccia.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: