RENZIANO D’ALESSANDRO LAVORA A CANDIDATURA, ASSE CON AIUTO, SÌ A RIFORMA ELETTORALE

di Filippo Tronca

9 Novembre 2022 08:34

Regione - Politica

L’AQUILA – Mentre il Partito democratico è impegnato in un logorante dibattito interno, dopo la mazzata delle elezioni del 25 settembre, e intanto sonda la possibilità di un fronte unico con il Movimento 5 stelle alle regionali abruzzesi della primavera 2024, c’è già chi balla da solo, e lavora ad una terza via.

Parliamo del terzo polo abruzzese, e in primis di  Camillo D’Alessandro, 46enne segretario regionale di Italia Viva, ex deputato non rieletto il 25 settembre,  che oramai non fa mistero di volersi candidare a presidente della Regione. E che negli ultimi tempi imbastisce le sue trame assieme alla rediviva ex eurodeputata M5s, e grillina pentita, Daniela Aiuto, oggi referente abruzzese di Azione per gli enti locali e politiche europee.





D’Alessandro, assieme ad Aiuto, con la quale sarebbe sbocciato un idillio politico, ha incontrato il presidente della Regione, Marco Marsilio di Fdi, dato anche lui come ricandidato del centrodestra, per garantire tutto il loro appoggio alla proposta di riforma della legge elettorale abruzzese, che prevede innanzitutto il collegio unico al posto dei 4 provinciali.

Anche in questo caso una rottura bella e buona nel variegato fronte opposto al centrodestra, un po’ come sta già avvenendo al governo nazionale, con Italia viva di Matteo Renzi e Azione di Carlo Calenda,  che non perdono occasione di marcare le distanze dal Pd e in particolare dai disprezzati pentastellati.

M5s e centrosinistra stanno lanciando infatti pesanti bordate contro la proposta di modifica di legge elettorale di Marsilio, con l’argomento che il collegio unico rischia di favorire i candidati della costa più popolosa, rispetto alle aree interne con meno votanti.





Un aspetto che invece al chietino e rivierasco D’Alessandro, e a Italia viva, in base ai loro calcoli, potrebbe forse fare comodo

Significativa, in questa partita, anche il ritorno alla ribalta di Aiuto, nata in Svizzera, ma vastese di adozione, che nel 2014 si è candida alle elezioni europee con il Movimento 5 Stelle, nella circoscrizione Italia meridionale, ottenendo 35.829 voti e risultando eletta. Poi però nell’ottobre del 2018 ha lasciato il Movimento 5 Stelle per approdare a Italia in Comune, movimento politico capitanato da Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, e si è ricandida per le elezioni europee del 26 maggio 2019 con Italia in Comune, alleata per l’occasione con +Europa, senza centrare la riconferma. Infine nel 2020 l’approdo in Azione, che in alleanza con Italia viva ha preso alle elezioni politiche il 6,2% alla Camera e il 6% al Senato, eleggendo deputato il segretario regionale di Azione, Cesare Sottanelli.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©
  1. REGIONALI, AIUTO: “MAI TRATTATO CON D’ALESSANDRO”
    L'AQUILA - Riceviamo e pubblichiamo la nota di smentita della ex eurodeputata M5s, Daniela Aiuto, oggi referente abruzzese di Azione...


Ti potrebbe interessare: