CONSIGLIO: DOMANI BATTAGLIA IN AULA SU NUOVA RETE OSPEDALIERA. BILANCIO APPRODA IN GIUNTA

11 Dicembre 2023 09:23

L'Aquila - Politica, Sanità

L’AQUILA – Approderà domani alle 11 in consiglio regionale a il progetto di legge sulla “Reingegnerizzazione della governance sanitaria – Rete ospedaliera”, ovvero della famigerata nuova rete ospedaliera. che ha già avuto il via libera dal governo.

Ma non solo, il pomeriggio in giunta arriverà anche la manovra finanziaria, che la maggioranza di centrodestra intende approvare non oltre il 27 dicembre.

In Consiglio, complice il clima già di campagna elettorale, si prevede una battaglia, con le opposizioni di centrosinistra e M5s che hanno pronti 60 emendamenti di modifica alla norma sulla nuova rete ospedaliera. E il centrodestra potrebbe anche far scattare la “tagliola”, per contingentare i tempi di approvazione ed evitare l’ostruzionismo.  E a quel punto la minoranza per protesta potrebbe anche abbandonare l’aula.

La nuova rete ospedaliera prevede, tenendo conto dei criteri di efficienza e di complementarietà di discipline in relazione ai bacini di utenza, la seguente classificazione dei presidi: quattro ospedali (L’Aquila, Pescara, Chieti, Teramo) con funzioni hub per le reti tempo dipendenti (rete stroke, politrauma e trauma maggiore, rete emergenze cardiologiche estese); quattro ospedali di primo livello (Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto); sei ospedali di base (Ortona, Popoli, Penne, Atri, Giulianova e Sant’Omero);  due presidi di area disagiata, sedi di pronto soccorso (Castel di Sangro e Atessa).





Il Tavolo del Decreto ministeriale 70 aveva inoltre validato il cronoprogramma proposto dalla Regione per provvedere, entro 36 mesi, all’individuazione dei Dea di secondo livello e aveva già approvato la reingegnerizzazione della rete ospedaliera, in cui spiccano la riclassificazione del presidio di Sulmona quale Dea di primo livello con il mantenimento del punto nascita, per il quale è in corso di attivazione un progetto sperimentale,  quella dei nosocomi di Ortona, Penne e Popoli in ospedali di base sede di pronto soccorso,  la classificazione dei Presidi medici h24 di Tagliacozzo, Pescina e Guardiagrele in stabilimenti ospedalieri rispettivamente degli ospedali di Avezzano, L’Aquila e Chieti, in cui ubicare specifici reparti specialistici; il riconoscimento al presidio di Atessa della funzione di ospedale di area disagiata.

Il programma della seduta, inoltre, prevede la discussione del progetto di legge “Valorizzazione dei negozi storici”, con una modifica al Testo unico in materia di commercio del progetto di legge “Istituzione del ‘Festival della Sostenibilità”. Sarà infine presentato il Consiglio la relazione della  Commissione di Vigilanza sull’attività realizzata nel 2023.

Per quanto riguarda la manovra finanziaria: la consisgenza dovrebbe essere di 6 miliardi di euro, con il 70% della somma che dovrà andare al capitolo Sanità. Da approvare entro il 31 dicembre, pena l’esercizio provvisorio, con la consueta e tradizionale corsa contro il tempo, il bilancio di previsione, il Documento economico finanziario (Defr), la legge di Stabilità e cosiddetto Milleproroghe.

Per quanto riguarda gli altri appuntamenti della settimana politica all’Emiciclo: alle 10.00 di domani si riunisce la prima commissione Bilancio, chiamata ad esprimere i pareri finanziari sulle proposte emendative presentate ai progetti di legge all’ordine del giorno del Consiglio regionale.





Mercoledì 13 dicembre, alle 10.30, è convocata invece la terza commissione Agricoltura, e sul tavolo ci saranno i progetti legge “Norme per la promozione e il sostegno delle Pro Loco”, con l’audizione del Presidente UNPLI Abruzzo e le integrazione alla legge regionale 15 febbraio 2023, sulla Disciplina del sistema turistico regionale.

Infine, saranno previste le audizioni sulla proposta di regolamento della Giunta regionale in tema di “Tutela e gestione dei sistemi silvo-pastorali (L.R. 04.01.2014 n. 3 ‘Legge Organica in materia di tutela e valorizzazione delle foreste, dei pascoli e del patrimonio arboreo della Regione Abruzzo’, articolo 5)”. Sul punto saranno ascoltati: Civiltà contadina ONLUS; Forum Salviamo il paesaggio; Associazione Forestabruzzo – Consorzi Forestali Associati; ALI Abruzzo; UNCEM Abruzzo; Associazione Appennino Ecosistema.

 

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: