RICOSTRUZIONE 2009: DA CIPE 750 ML E ITER SEMPLIFICATO PER SCUOLE

15 Maggio 2019 21:35

L'AQUILA – Il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha approvato due delibere che accelerano e danno certezza ai processi di ricostruzione pubblica e privata per i territori colpiti dal sisma del 2009.

Alla riunione ha partecipato anche il Presidente della Regione Marco Marsilio.

Con la prima delibera si prevede il trasferimento delle risorse di ricostruzione delle scuole direttamente agli Uffici Speciali, eliminando il passaggio al Ministero dell'Istruzione, Università e della ricerca, al fine di accelerare l'attuazione degli interventi.






Il Governo ha così accolto una proposta sostenuta da Regione, enti locali e Uffici speciali per velocizzare le procedure. La seconda delibera assegna oltre 750 milioni di euro per la ricostruzione degli immobili privati, di cui 427 milioni al Comune dell'Aquila e 324 ai comuni del cratere e fuori cratere sismico.

Ha commentato il sottosegretario Vito Crimi, del Movimento 5 stelle, che ha la delega alle ricostruzioni post-sismiche: “Sono soldi reali. Non ci fermiamo, continuiamo a lavorare per ricondurre i cittadini ad una vita dignitosa e per ridare vita alle comunità e ai territori colpiti dal sisma. Per il Governo nessuno deve rimanere indietro e i fatti lo dimostrano”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: