RICOSTRUZIONE 2009: PUBBLICATO 52ESIMO ELENCO, FINANZIATI 81 PROGETTI PER 40 MILIONI DI LAVORI

12 Agosto 2020 15:09

L'AQUILA – Sono 81 i progetti, per un importo complessivo che supera i 40 milioni di euro, che fanno parte del 52esimo elenco di contributi per la ricostruzione post sisma 2009, pubblicato stamani all’albo pretorio e sul sito internet del Comune dell’Aquila.

Lo hanno reso noto il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alla ricostruzione privata, Vittorio Fabrizi.

In particolare, 57 pratiche, per oltre 8 milioni di euro di contributi, hanno definitivamente completato il loro iter.

Di queste, 45 riguardano le frazioni e i quartieri e 12 il centro storico.






Altri 24 progetti (3 del capoluogo e 21 di frazioni e quartieri) hanno ottenuto un contributo complessivo di circa 32 milioni di euro e dovranno essere acquisiti i titoli abilitativi edilizi e/o della documentazione complementare per perfezionare il procedimento. L’avviso generale pubblicato su albo e sito internet definisce con esattezza i termini (e la relativa decorrenza) che gli interessati devono rispettare per ricevere i fondi.

“Neanche nel periodo estivo rallenta il lavoro del settore Ricostruzione privata centro e frazioni, guidato dall’architetto Roberto Evangelisti. Anzi, aumenta in modo evidente sia il numero delle pratiche sia l’importo dei contributi – hanno commentato il sindaco Biondi e l’assessore Fabrizi – nonostante le varie difficoltà del momento, gli uffici continuano a concludere molti procedimenti e per questo vanno ringraziati per il lavoro svolto. Oltre a loro e al dirigente del settore comunale, un ringraziamento va anche al titolare dell’Usra, Salvo Provenzano, per la celerità e la qualità dell’operato dell’Ufficio speciale nell’evasione delle pratiche”.

 L'elenco delle opere è consultabile all'indirizzo http://www.comune.laquila.it/pagina41_i-contributi-per-la-ricostruzione.html#avvisi

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: