BANDO DELL'UFFICIO SPECIALE DELL'AQUILA, IN ORGANICO GIA' 95 PERSONE

RICOSTRUZIONE: CONSULENZE SENZA FINE, AIELLI ASSUME 3 ESPERTI DA 270 MILA EURO

Autore dell'articolo: Pierluigi Biondi

14 Marzo 2014 07:39

L'AQUILA – Non si ferma l'ondata di consulenze dentro l'Ufficio speciale per la ricostruzione dell'Aquila (Usra), guidato dal supermanager da 200 mila euro l'anno Paolo Aielli.

Scadono il 18 marzo prossimo i nuovi bandi per la selezione di tre professionisti (un esperto giuridico e due contabili) che andranno a rimpolpare le schiere dell'esercito di Aielli, che già conta 95 persone.

Per ogni incarico è previsto un compenso lordo, per 12 mesi, di 40 mila euro più rimborsi spese, anche se la somma complessivamente impegnata è di 270 mila euro, segno che la scadenza prevista del 30 settembre 2015 potrebbe essere tranquillamente “scavalcata” tramite un bizantinismo burocratico inserito nell'avviso.

Infatti si parla di contratti “non rinnovabili” ma “prorogabili limitatamente al completamento delle attività oggetto dell'incarico qualora permangano le condizioni che ne hanno legittimato l'affidamento, e per ritardi non imputabili al collaboratore”.

I requisiti richiesti sono, in entrambi i casi, la laurea per il profilo specifico (giurisprudenza per l'uno, economia e commercio per gli altri) e un'esperienza di almeno 5 anni in attività di consulenza giuridica oppure 10 nello svolgimento di funzioni dirigenziali di uffici dell'amministrazione dello Stato con competenze in materia di bilanci pubblici.

Il fatto singolare è che per l'esperto giuridico è previsto un punteggio minimo per la laurea (105) mentre per i contabili no.

IL BANDO PER ESPERTO GIURIDICO

IL BANDO PER ESPERTI CONTABILI

Con questi tre futuri assunti, come detto, toccheranno quota 98 le unità a disposizione dell'Usra.

Una pattuglia di fedelissimi in parte selezionati attraverso il “concorsone” (25 persone) e altrettanti a tempo determinato con il “concorsino”, così come previsto dalla legge che porta il nome dell'ex ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca.

A questi vanno aggiunti i 23 esperti scelti con il “bando della discordia”, perché infilato in una sezione quasi introvabile del sito del Comune dell'Aquila, tra cui, oltretutto, sono stati individuati i coordinatori da 72 mila euro ognuno, sei dei quali confermati anche all'interno della Struttura speciale di alta consulenza dell'amministrazione cittadina, con un'indennità-bis di 33 mila euro.

Ma il “nominificio” di Aielli non si è arrestato, con la designazione di quattro consulenti, e l'infornata di altre 16 lavoratori interinali sempre per la rinata struttura espropri in precedenza cancellata dopo la fine del commissariamento, avvenuta il 31 agosto 2012, alla cui testa c'è l'ingegnere Antonio Gabrielli, che ha al suo fianco un tecnico specializzato dell'organizzazione e della gestione degli archivi informatici e cartacei dei 25 mila proprietari delle oltre 6 mila particelle occupate d'urgenza per la realizzazione delle 19 new town del progetto C.a.s.e., dei moduli abitativi (Map) e delle scuole provvisorie.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: