RICOSTRUZIONE EMICICLO: CONCORSO D’ARTE
INTERNAZIONALE PER LA NUOVA VETRATA

Autore dell'articolo: Alberto Orsini

6 Agosto 2016 08:00

L’AQUILA – Un concorso internazionale fra artisti per la creazione di una nuova vetrata artistica da collocare all’interno della navata riscoperta della chiesa adiacente all’ex convento dei Cappuccini da cui nacque palazzo dell’Emiciclo all’Aquila, sede del Consiglio regionale, attualmente in corso di ricostruzione post-sisma.

A lanciarlo è l’istituzione consiliare attraverso un bando di concorso a procedura aperta da 84 mila euro che segue gli annunci che erano stati dati nel corso dei “tour” in cantiere con la stampa.

Dopo l’abbattimento già avvenuto da mesi e documentato da AbruzzoWeb dello “scalone” che collegava la parte nuova a quella vecchia dell’Emiciclo, mal realizzato e che addirittura nel sisma del 6 aprile 2009 ha funto da “diapason”, moltiplicando i danni alla struttura, è sorta la necessità di creare una nuova vetrata absidale, che dovrà far risaltare la navata centrale dell’ex chiesa annessa allo storico convento.

Quello spazio, a cui si accede direttamente dal colonnato di ingresso all’edificio, diventerà uno spazio espositivo e pubblico aperto alla cittadinanza nell’ampio dell’amplio progetto di riqualificazione e rivoluzione voluto dall’ente e affidato alla società aquilana Rosa Edilizia, in associazione temporanea con Ricci Costruzioni ed Elettroidraulica Silvi.

Un progetto illustrato in corso d’opera sul sito www.emiciclorinasce.it.

Le dimensioni saranno vincolanti per l’artista che realizzerà l’opera da posizionare sull’infisso con vetro termico di dimensioni di 3.90 x 7.70 metri.

Al concorso possono partecipare artisti italiani o stranieri, singolarmente o in gruppo ma al massimo con una sola proposta.

I concorrenti dovranno far pervenire la documentazione di gara entro le ore 12 del prossimo 9 settembre 2016 all’indirizzo dell’Emiciclo in via Iacobucci.

Sarà consentito rappresentare l’opera attraverso bozzetti, disegni, immagini, rendering, fotomontaggi, video e modelli in scala, e scegliere il materiale per realizzare gli elaborati da presentare.

Gli elaborati dovranno essere accompagnati da una relazione che illustri i princìpi dell’idea, con una descrizione generale, i criteri ispiratori per l’inserimento nel contesto architettonico esistente, le dimensioni, i tempi delle principali fasi realizzative e i materiali da impiegare.

Il bando è stato emesso dal direttore dell'ente, Paolo Costanzi. Il responsabile unico del procedimento è Maurizio Blair del Servizio informatica e tecnico mentre il referente del procedimento di gara è Marco Polidoro del servizio Risorse finanziarie e strumentali.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: