RICOSTRUZIONE: NOMINE DELLA DISCORDIA, AIELLI, ”STESSI ESPERTI, NO COSTI IN PIU”’

Autore dell'articolo: Elisa Marulli

16 Marzo 2014 10:09

L’AQUILA – “Questi tre nuovi contratti di consulenza vanno a sostituire quelli in scadenza. Anzi, utilizzeremo meno esperti rispetto allo scorso anno, costando comunque un terzo delle strutture che abbiamo sostuito, ma questo non lo scrive mai nessuno”.

Il direttore dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dell’Aquila (Usra) Paolo Aielli non nasconde un certo fastidio nel chiarire ad AbruzzoWeb il motivo dei tre nuovi bandi per la selezione di altrettanti professionisti, ovvero un esperto giuridico e due contabili, per la struttura dedicata alla ricostruzione del capoluogo abruzzese.

Un organismo “corposo” che, con i futuri esperti assunti, arriverà a contare 98 unità.

Per ogni nuovo incarico è previsto un compenso lordo di 40 mila euro per 12 mesi, con scadenza prevista per il 30 settembre 2015.

Ma Aielli tiene a precisare che i costi dell’Ufficio che dirige sono contenuti, a fronte di ciò che esisteva prima della sua istituzione. “Bisogna confrontare – spiega – il costo dell’Ufficio speciale e le funzioni che ha rispetto agli enti che ha sostituito: noi costiamo un terzo rispetto a strutture come la filiera, o la struttura per la gestione dell’emergenza. Il tutto, garantendo una produttività elevata”.

La somma complessivamente impegnata, come si legge nella determina numero 6 del 5 marzo 2014, è di 270 mila euro. Un importo maggiore rispetto ai mesi previsti per la consulenza, ovvero circa 19 mesi se i contratti dovessero partire ad “aprile o maggio”, come spiega lo stesso Aielli, che aggiunge anche di voler prorogare la scadenza a novembre 2015, “quando avrà termine il mio mandato”.

“Al momento non ho le carte davanti e non so spiegare con esattezza il perché l’impegno di spesa sia maggiore – ammette – ma escludo che sia per rimborsi spese. Evidentemente dentro questo importo sono comprese altre figure”.

Tra i documenti presenti sul sito dell’Usra, in effetti, c’è un’altra determina (la numero 59) in cui si fa riferimento alla futura indizione di procedure selettive per altre 28 figure (probabilmente in sostituzione di altri contratti in scadenza).

Forse qualcuna di queste figure è compresa nei 270 mila euro, anche se questo non è specificato nella determina 60, in cui si fa riferimento solo ai tre nuovi bandi.

Il direttore, comunque, rimanda una spiegazione più dettagliata su quetso punto a seguito della visione delle carte. Stessa cosa per la singolare clausola del punteggio minimo per la laurea (105) per l'esperto giuridico, che per i contabili non c’è.

“Non lo so sinceramente, comunque ci si basa sempre sul punteggio più alto”, conclude.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare anche:

Gli articoli più letti in queste ore: