RIPARTE IL RUGBY: AL VIA CAMPIONATI PER LE SQUADRE ABRUZZESI, IL PROTOCOLLO PER GLI ALLENAMENTI

15 Settembre 2020 18:26

L’AQUILA – Il Consiglio Federale FIR, riunito ieri in conferenza, facendo seguito all’approvazione del protocollo per la ripresa dell’attività agonistica nazionale ha ufficializzato le formule e le date di inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10, della Serie A Maschile e Femminile, della Serie B e della Serie C e dell’Under 18.

Il massimo campionato nazionale manterrà invariata la propria formula per il processo di qualificazione alle fasi finali mentre, con il ritorno a dieci squadre, la retrocessione sarà limitata all’ultima classificata al termine delle diciotto giornate di stagione regolare.

Rivista la formula della Coppa Italia, con la partecipazione delle dieci squadre del massimo campionato divise in due gironi da cinque ciascuno, gare di sola andata tra le componenti di ciascun girone e accesso diretto alla Finale del 14 marzo per le due prime classificate.

Con l’inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10 in calendario il 31 ottobre, sarà la Coppa Italia a inaugurare la ripresa del rugby nazionale con i primi due turni il 17 e 24 dello stesso mese.

Definite anche le date d’inizio e le formule dei Campionati di Serie A Maschile (8 novembre), Serie A Femminile (18 ottobre), Serie B, C e Under 18 Elite (15 novembre).

Al via anche le squadre abruzzesi, con le Belve Neroverdi impegnate nel campionato di Serie A femminile-girone 4 e la Polisportiva Paganica e Avezzano Rugby nella serie B maschile girone 4. Nel campionato di serie C il Pescara Rugby e la Polisportiva Abruzzo saranno impegnate nel girone E, mentre  la Polisportiva L’Aquila nel girone G: tornano in campo infine anche le abruzzesi del campionato under 18 elite.

Di seguito le formule e le date di inizio e conclusione dei Campionati Italiani 2020/21 che vedono impegnate le abruzzesi:

Serie A Femminile (18 ottobre-5/6 giugno)
Formula: Quattro gironi all’italiana con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone.

Il Girone 1 a sei squadre è costituito su base meritocratica ed ha inizio il 18 ottobre, per supportare il ritorno all’attività agonistica delle atlete selezionabili per la Nazionale Italiana Femminile in vista dei recuperi del Sei Nazioni di categoria e delle qualificazioni alla Rugby World Cup 2021.

Gironi 2, 3 e 4, da sette e otto squadre su base geografica, hanno inizio il 15 novembre.

La prima classifica del Girone 1 accede direttamente alle Semifinali.

Seconda, terza e quarta del Girone 1 accedono ai Barrage con le prime classificate di Girone 2, 3 e 4 secondo il seguente schema, con gare di sola andata in casa delle squadre partecipanti al Girone 1. L’accoppiamento per il turno di Barrage avviene tramite sorteggio:

2° classificata Girone 1 v 1° Classificata Girone territoriale (Vincente A)
3° classificata Girone 1 v 1° Classificata Girone territoriale (Vincente B)
4° classificata Girone 1 v 1° Classificata Girone territoriale (Vincente C)

Le vincenti del turno di barrage accedono alle semifinali di andata e ritorno (andata 16 maggio, ritorno 23 maggio) secondo il seguente schema:

Vincente C v 1° classificata Girone 1
Vincente B v Vincente A

Le vincenti del doppio turno di semifinale accedono alla Finale, in gara unica in campo neutro nel week-end del 5/6 giugno. La vincente della Finale si aggiudica il titolo di Campione d’Italia di Serie A Femminile 2020/21.

Partecipanti
Girone 1: Rugby Colorno, UR Capitolina, Valsugana Rugby Padova, Benetton Rugby, Villorba Rugby, CUS Torino
Girone 2: Rugby Parabiago, CUS Milano, Rugby Calvisano, Rugby Monza 1949, CUS Genova, Lions Tortona, Biella RC
Girone 3: Rugby Riviera, Verona Rugby, Fiftneen Wilds All Bluff, Castel San Pietro, Romagna RFC, Rebels Vicenza, Villorba Rugby “2”
Girone 4: Amatori Torre del Greco, Puma Bisenzio, CUS Pisa, All Reds Roma, Rugby Frascati, Bisceglie Rugby, Belve Neroverdi, Donne Etrusche

________

Serie B (15 novembre-13 giugno)
Formula: Quattro gironi su base geografica, tre da dodici squadre e uno da undici squadre. Gare di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone. Le quattro squadre classificate al primo posto di ciascun girone accedono alla Fase Promozione, con play-off promozione di andata e ritorno (andata 6 giugno, ritorno 13 giugno) secondo il seguente schema a seguito di sorteggio:

Squadra A v Squadra B
Squadra C v Squadra D

Le due squadre vincenti dei play-off promozione promosse in Serie A 2021/22.

Le ultime classificate di ciascun girone (12° del Girone 1, 3 e 4 ed 11° del Girone 2) accedono a una fase Play-Out con partite di andata e ritorno secondo il seguente schema da definire tramite sorteggio:

Squadra A v Squadra B
Squadra C v Squadra D





Le perdenti del turno di semifinale dei Play-out retrocedono in Serie C.

La terza retrocessione è determinata dalla Finale Play-out tra le vincenti del turno di semifinale: la perdente della Finale Play-out è a sua volta retrocessa in Serie C.

Partecipanti
Girone 1: Rugby Franciacorta, UR Monferrato, Rugby Sondrio, Amatori & Union Milano, ASR Lecco, CUS Milano, Rugby Rovato, Rugby Varese, Rugby Bergamo 1950, Ivrea RC, Piacenza RC, Amatori Capoterra
Girone 2: Imola Rugby, Rugby Parma, Valorugby Emilia, Modena Rugby 1965, Lions Amaranto, Rugby Jesi 1970, Florentia Rugby, Livorno Rugby, UR Capitolina, CUS Siena, Highlanders Formigine
Girone 3: Rugby Viadana, Patavium UR, CUS Padova, Villorba Rugby, Mogliano Rugby, Junior Rugby Brescia, Rugby Mirano, Valsugana Rugby, Verona Rugby, Castellana Rugby, Rugby San Donà, Rugby Bologna 1928
Girone 4: Paganica Rugby, Avezzano Rugby, Rugby Roma Olimpic, Frascati RC, Rugby Benevento, Arvalia Villa Pamphili, Roma Rugby, Partenope Rugby, Ragusa Rugby Junior, Messina Rugby, Cus Catania, Primavera Rugby
________

Serie C (15 novembre-13 giugno)
Formula Fase Interregionale: Otto gironi su base geografica. Un girone in Area 4 gestito dai Comitati Regionali di riferimento.
Gironi A-B-C-D-E-F-G: gironi all’italiana con partite di andata e ritorno. La prima classificata accede alla Fase Nazionale, l’ultima classificata disputa nella Stagione Sportiva 2021/22 la Serie C Girone 2.
Girone H: Campionato su organizzazione territoriale con squadre di Serie C Girone 1 e Serie C Girone 2. Partite di andata e ritorno in ambito territoriale. Ogni Comitato Organizzatore qualifica una squadra ai play-off.
Play-off Girone H: accedono le prime classificate di ogni Comitato Organizzatore (Puglia, Campania, Sicilia) e la seconda classificata del Comitato Organizzatore come maggior numero di squadre partecipanti. Semifinali di andata e ritorno il 2 e 9 maggio secondo schema definito da sorteggio.

Finale di andata e ritorno (16 e 23 maggio) tra le vincenti del doppio turno di semifinale. La vincente della Finale è qualificata alla Fase Nazionale.

Formula Fase Nazionale (andata 6 giugno, ritorno 13 giugno).
Le otto squadre classificate saranno abbinate con criterio geografico per disputare quattro play-off promozione con formula di andata e ritorno secondo il seguente schema:

Squadra A v Squadra B
Squadra C v Squadra D
Squadra E v Squadra F
Squadra G v Squadra H

Le quattro vincenti del doppio turno di Finale sono promosse nel Campionato Italiano di Serie B 2021/22.

Partecipanti
Girone A: Pordenone Rugby, Rugby Udine, Rugby Conegliano, San Marco Rugby, Venjulia Trieste, ASR Belluno, Rugby Alpago, Rugby Feltre, Rugby Bassano, Rugby Riviera, CUS Ferrara
Girone B: Rugby Monselice, Rugby Trento, West Verona, Rugby Altovicentino, Rugby Villadose, Rugby Frassinelle, Rugby Mantova, Rugby Fiumicello, Rugby Calvisano, Bassa Bresciana, Botticino Rugby Union
Girone C: Chicken 2012 Rugby, CUS MIlano, Mastini Rugby, Rugby Rho, Rugby Parabiago, Rugby Lainate, Rugby Cernusco, Delebio Rugby, ASR Milano, Elephant Gossolengo, Amatori Verbania, RC Stezzano
Girone D: Stade Valdotain, Rugby San Mauro, Cuneo Pedona, Rivoli Rugby, Amatori Novara, Savona Rugby, UR Riviera, Amatori Genova, Cus Pavia
Girone E: Rugby Lyons, Rugby Forlì, Rugby Bologna 1928, Faenza Rugby, Rugby Noceto, Reno Rugby Bologna, Pescara Rugby, UR Sanbenedetto, Banca Macerata Rugby, Abruzzo Rugby, UR Anconitana, Fano Rugby
Girone F: Città di Castello, Rugby Gubbio, UR Arezzo, Cavalieri Prato/Sesto, CUS Pisa, Amatori Cecina, Elba Rugby, Firenze Rugby 1931, Gispi Prato, Rugby Club I Medicei, Olbia Rugby
Girone G: Primavera Rugby, Lazio Rugby 1927, L’Aquila Rugby, Reathyrus Rieti, Arnold Rugby, Rugby Anzio, Montevirginio Mini Rugby, Colleferro Rugby, UR Viterbo, Rugby Frascati Union, RC Latina
_______

Under 18 Elite (15 novembre-6 giugno)
Formula: Quattro Gironi Elite da dieci squadre ciascuno su base geografica.
Partecipano ai Gironi Elite di area le nove squadre che ne avevano maturato il diritto al termine della Stagione 2018/19, più la vincente del doppio spareggio tra 9° classificata Girone Elite di area 18/19 e la 2° classificata della Fase Interregionale di Area 18/19.

Lo spareggio, con gare di andata e ritorno, avrà luogo l’1 e 8 novembre.

Stagione regolare con partite di andata e ritorno tra le componenti di ciascun girone.

Le formazioni classificate al primo posto di ciascun girone accedono alle semifinali (andata 23 maggio, ritorno 30 maggio) secondo il seguente schema:

1° Girone 1 v 1° Girone 2
1° Girone 3 v 1° Girone 4

Le vincenti del doppio turno di semifinale si qualificano alla Finale del 6 giugno in campo neutro.
La vincente della Finale è Campione d’Italia Giovanile 2020/21.

Nota: la composizione dei Gironi del Campionato Italiano U18 Elite 2020/21 verrà ufficializzata dopo la disputa degli spareggi tra 9° classificata Girone Elite di area 18/19 e la 2° classificata della Fase Interregionale di Area 18/19.

Il protocollo federale per gli allenamenti

La Federazione Italiana Rugby ha pubblicato inoltre oggi, a seguito dell’approvazione del Consiglio Federale, la versione aggiornata del protocollo per l’organizzazione degli allenamenti, integrato nella sua nuova versione con le linee guida ed i requisiti necessari per la ripresa in sicurezza dell’attività agonistica nazionale.

Il protocollo è applicato indistintamente a tutti i tesserati quale misura di salvaguardia della salute dell’intera comunità rugbistica nazionale.

Predisposto dalla FIR in coerenza con le vigenti disposizioni e con l’autorizzazione dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il protocollo è lo strumento fondamentale per la ripresa, ad ogni livello, della pratica agonistica del Gioco di Rugby in Italia, dopo che la pandemia da Sars-Cov2 aveva indotto il Consiglio Federale a dichiarare ufficialmente conclusa, il 26 marzo scorso, ogni competizione di carattere nazionale.

Il protocollo, che sostituisce le versioni precedentemente pubblicate mantenendo immutate le disposizioni per la ripresa degli allenamenti in sicurezza, richiede l’effettuazione di test sierologici  rapidi per atleti, tecnici e staff societari di ogni età e categoria, prima della ripresa di gare, competizioni, allenamenti congiunti con altre Società e amichevoli.

FIR riconoscerà un contributo forfettario per l’effettuazione di tali test-sierologici a tutte le Società affiliate, in base all’attività svolta dai singoli Club.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore:

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!