RISCHIO COVID HOTEL TERME CARAMANICO: ASL, ”TAMPONI AD OSPITI E OPERATORI, MISURE DI PREVENZIONE”

26 Luglio 2020 16:37

PESCARA – “Il Dipartimento di Prevenzione della Asl, non appena venuto a conoscenza del fatto  si è attivato per porre in essere tutte le misure necessarie di controllo dei protocolli di sicurezza adottati dalla struttura , di diagnostica mediante tamponi e di sorveglianza attiva, atte alla prevenzione della diffusione del Covid”.

A renderlo noto la direzione generale della ASL di Pescara, in merito alle notizie sul rischio di contagio di due superfici dell'hotel Terme Maiella, all'interno dello storico hotel dello stabilimento termale di Caramanico Terme.

La positività è emersa dai tamponi ambientali svolti in autocontrollo nelle terme e nei locali dell'albergo.

La Società delle Terme Srl, al fine di “prevenire e limitare la diffusione del coronavirus”, fa sapere, “sospende ogni tipo di attività per un tempo che al momento non è possibile definire”.




Auspicando che si possa trattare di pochi giorni – la struttura ha riaperto il 13 luglio scorso – la società fa sapere che sono in corso i test diagnostici su tutti i dipendenti ed esorta il personale a non presentarsi a lavoro fino a nuova disposizione.

“Già nella giornata di ieri con disposizione di servizio con carattere di urgenza – si spiega nella nota -: è stata indicata la necessità di un sopralluogo, da parte del servizio di Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica (IESP), presso le strutture  delle Terme di Caramanico da effettuarsi nella mattinata stessa da un Dirigente medico IESP e da un Tecnico della Prevenzione, ciascuno per le rispettive competenze professionali. Sono stati sottoposti a tampone diagnostico per SARS CoV2 un totale di 43 persone, tra operatori sanitari della struttura termale ed ospiti della struttura alberghiera, tutti con esito negativo. L'intervento è stato effettuato sui 16 ospiti dell'albergo che si sono recati direttamente presso il punto di tamponamento del presidio ospedaliero “Santo Spirito” di Pescara e presso la struttura alberghiera di Caramanico per i soggetti che erano rimasti in albergo”.

“Nella giornata di domani – rende poi noto la Asl – è previsto il controllo diagnostico mediante tampone degli ulteriori operatori delle strutture non in servizio nella giornata di sabato. Tra cinque giorni verrà effettuato un ulteriore controllo di tutto il personale di servizio della struttura termale per verificare la persistenza della negatività dei tamponi”.

“Solo dopo la verifica puntuale della rispondenza delle misure adottate all'Allegato all'Ordinanza del PGRA n. 74, protocolli di sicurezza previsti dall'Art. 1, comma 14, D.L. 16 maggio 2020, n.33 “Abruzzosicura” e all'esito di detto sopralluogo dovrà essere emesso parere in ordine alla possibilità, da parte della struttura, termale ed alberghiera, di prosecuzione della attività in essere. Si precisa  infine  che, da parte della struttura termale ed alberghiera di Caramanico, vi è stata massima collaborazione e già nella mattinata odierna, è stata effettuata la sanificazione di tutti gli ambienti, con rapporto redatto dalla ditta incaricata”, conclude la nota. 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: