RISSA IN CENTRO A PESCARA: LOCALE CHIUSO PER MANCATO RISPETTO DELLE NORME ANTI-COVID

8 Febbraio 2021 18:21

PESCARA – Mancato rispetto del divieto di assembramento e somministrazione di cibo e bevande dopo le 18.

Il Questore di Pescara, Luigi Liguori, ha così disposto la chiusura per 5 giorni del locale al cui esterno erano seduti i giovani protagonisti di una rissa avvenuta sabato pomeriggio.

Nei guai sono finti un 31enne residente a Ortona e un 30enne di Francavilla al Mare assieme a un minore di 15 anni, pescarese, che a causa di una ferita alla testa è stato accompagnato in ospedale (prognosi di 15 giorni). Sono stati denunciati per rissa aggravata e sanzionati per il divieto di assembramento e per ubriachezza.

Inoltre, è stato avviato il procedimento amministrativo per sottoporre due dei tre giovani identificati alla misura di prevenzione del Foglio di via Obbligatorio dal Comune di Pescara in quanto sono residenti in Comuni della provincia di Chieti, hanno precedenti di polizia e hanno preso parte alla rissa.

Gli accertamenti – si legge in una nota della Questura – proseguono per verificare il rispetto, da parte dell’esercente, dei protocolli stabiliti per la ripresa delle attività produttive riguardanti la tipologia di locale, soprattutto il distanziamento tra i tavoli che potrebbe essere uno dei motivi della lite scoppiata tra i giovani lì seduti.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: