RUGBY L’AQUILA PRESENTA SQUADRA E SOCIETA’ ALL’AUDITORIUM DEL PARCO, LA DIRETTA

5 Ottobre 2021 15:37

L'Aquila: Sport

L’AQUILA – La Rugby L’Aquila si presenta alla città: la società costituita nelle scorse settimane su iniziativa dell’imprenditore Mauro Scopano, per rilanciare questa storica disciplina sportiva, illustra a sportivi e cittadini programmi, progetti ed idee per il futuro.

La presentazione oggi alle 18,15, presso l’Auditorium del Parco, in Viale delle Medaglie d’Oro, a L’Aquila.

Con l’occasione, tra le altre cose, presentate squadra, staff tecnico e quadri societari che si apprestano a cominciare il campionato di serie C, il prossimo 17 ottobre.

“Vogliamo condividere con sportivi, cittadini ed istituzioni il progetto di alto profilo su cui stiamo lavorando, basato sulla sostenibilità e credibilità – ha spiegato il presidente Scopano, patron di Aterno Gas&Power – Come anticipazione, posso dire che l’obiettivo è tornare in alto con una programmazione triennale per arrivare a vincere ma nello stesso tempo a strutturare il nuovo sodalizio. Io e il mio staff siamo molto motivati in questa nuova avventura”.

A presentare la serata la giornalista Claudia Mercurio con intermezzi musicali del Maestro Giuliano De Angelis. Tra gli interventi quello del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

“Lo stadio Fattori ospiterà le partite in casa della Rugby L’Aquila: abbiamo concesso, infatti, il nulla osta all’utilizzo. Il rugby torna a casa, dunque. Credo che sarà straordinario godere ancora del nostro storico campo. È anche questo un concreto modo di sostenere una nuova sfida che è sicuramente quella della compagine societaria, dei giocatori, ma anche della comunità tutta che con il rugby ha un legame affettivo radicato e che, tra l’altro, si sta preparando a raccogliere un anno intenso di successi con le iniziative legate alla capitale europea dello sport.  Vi aspettiamo dal 17 ottobre al Fattori”, le parole di Biondi.

Per l’assessore regionale allo Sport, Guido Liris: “Siamo rappresentati a livello internazionale, abbiamo un pedigree e una storia da difendere. Siamo conosciuti in tutto il mondo come una realtà che era e deve tornare ad essere protagonista nel mondo dello sport e in particolare in quello del rugby”.

“Verificare come dei mecenati, delle persone innamorate della propria terra danno la disponibilità non solo su questo fronte, ma anche in altri ambiti, reinvestendo il proprio profitto nello sport ci riempie di soddisfazione e rappresenta una risposta importante anche dal punto di vista sociale”, ha aggiunto.

“Sul calcio abbiamo lavorato e ringraziamo chi ha consentito di rimettere in piedi una squadra forte e strutturata, che mira a tornare ai livelli che gli spettano”, ha ricordato l’assessore, “vedere che anche nel rugby è stata intrapresa una strada che è di prospettiva, grazie a persone che riescono a fare sintesi tra varie realtà del territorio, deve renderci orgogliosi”.

“Le divisioni del passato ci devono insegnare a non ripetere errori che non hanno portato da nessuna parte, il nuovo corso interpretato da protagonisti saggi come Mauro Scopano deve essere sostenuto dall’intero territorio e dalle istituzioni”.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: