RUSSIA CENSURA SPOT D’AMICO: IL CANDIDATO PRESIDENTE, “FORSE PERCHE’ SONO CON MATTARELLA E BONINO”

11 Gennaio 2024 09:45

Regione - Politica

PESCARA – La Russia blocca il video del candidato presidente del centrosinistra alle elezioni regionali dell’Abruzzo, Luciano D’Amico. Immagini che “raccontano” la storia e l’esperienza di D’Amico, l’incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e con la leader radicale, Emma Bonino. Ma sul video postato ieri, secondo quanto riporta il Centro, è comparsa la scritta: “Il tuo video è bloccato e non è visibile nei seguenti Paesi: Russia e Bielorussia”. Via libera alla visione, invece, in tutti gli altri Stati, Italia compresa.





Una censura che D’Amico ha preso con filosofia: «Non puntavo di certo ad avere elettori in Russia», dice ironizzando sull’accaduto, «qualche ora dopo l’immissione del video in rete è scattato il blocco che, personalmente, riconduco ai rapporti tra i due Stati, Italia e Russia. Non vi sono, di certo, motivazioni personali, né avrei mai potuto immaginare che il video confezionato per la campagna elettorale delle prossime regionali, potesse infastidire Putin».





«Il video è stato censurato sulla piattaforma Instagram, ma non su Facebook», spiega D’Amico, «non vi è altra motivazione plausibile, se non la presenze delle immagini del nostro Presidente, Mattarella e della leader radicale, Bonino». Tra il serio e il faceto, la candidatura di D’Amico ha varcato i confini internazionali: «Di certo non sarei andato a pescare elettori in quei Paesi», ripete commentando l’accaduto, «ma qualcosa, nelle immagini proposte, deve aver dato fastidio e fatto scattare la censura internazionale. Con la campagna elettorale che è andata ben oltre l’Abruzzo».

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: