SALARIO MINIMO LEGALE, FEDELE (M5S): “DIGNITA’ LAVORATORI, AL VIA RACCOLTA FIRME NELLA MARSICA”

15 Settembre 2023 17:41

L'Aquila - Lavoro, Politica

AVEZZANO – “Il riconoscimento del salario minimo legale rappresenterebbe quella concreta azione a sostegno della dignità umana e professionale delle lavoratrici e dei lavoratori italiani di cui si ha urgentemente bisogno. A partire da questo weekend saremo in piazza, con il nostro gazebo, per raccogliere le firme con le quali chiedere al governo Meloni di introdurre questa misura, ormai irrinunciabile”.





Così il consigliere regionale Giorgio Fedele interviene sull’imminente campagna di raccolta firme del Movimento 5 Stelle, il cui tour prenderà il via domani, domenica 17 settembre da Avezzano (L’Aquila), per raccogliere, nei principali centri della Marsica, le adesioni a sostegno della proposta di legge per istituire il salario minimo legale.

Per l’occasione sarà possibile firmare dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30 nella centrale piazza Risorgimento ad Avezzano dove sarà allestito un gazebo all’angolo tra via Corradini e via Marconi. Nel fine settimana successivo sarà la volta di Tagliacozzo (L’Aquila), sabato 23 settembre, e Celano (L’Aquila), domenica 24 settembre.





“Mentre tutto aumenta, si calcola che siano quasi quattro milioni gli italiani che oggi sono sottopagati, ma questo centrodestra è più interessato a ripristinare i vitalizi per ex parlamentari e parlamentari che non ad andare incontro alle reali esigenze di persone e famiglie. Speravano nell’estate per fare cadere nel dimenticatoio questa nostra proposta, ma sono dieci anni che ci spendiamo per chiederne l’introduzione”.

“Nella maggior parte dei Paesi europei è presente un salario minimo legale, anche nella Germania che spesso viene presa a modello. I diritti e la dignità dei lavoratori e delle lavoratrici non può essere sempre sacrificata a vantaggio di chi ha di più. È inaccettabile lavorare e restare poveri. La presidente Meloni  ha inaugurato una nuova stagione di lacrime e sangue, che sarà pagata sempre dai più deboli. Noi non ci stiamo”, conclude Fedele.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: