SAN VALENTINO: ACQUA INQUINATA, ARRIVANO LE PRIME AUTOBOTTI

13 Ottobre 2021 14:58

Pescara: Abruzzo

SAN VALENTINO IN ABRUZZO CITERIORE – Sono già arrivate ieri sera a San Valentino le prime scorte d’acqua destinate a rifornire di acqua la cittadinanza dopo la scoperta del batterio Clostridium Perfingens e l’Ordinanza del sindaco Antonio D’Angelo che ha firmato l’Ordinanza sulla non potabilità dell’acqua per qualsiasi uso alimentare, anche previa bollitura.

“Stiamo gestendo l’emergenza sin dai primi minuti. Già da ieri sono arrivate le prime scorte d’acqua con cinque bancali di bottiglie e anche le autobotti per le aziende agricole e gli allevamenti e nelle prossime ore fra le 12 e le 15 di oggi arriveranno altre autobotti per 9mila litri d’acqua con dei serbatoi che verranno posti in varie zone del paese per approvvigionarsi. Stiamo lavorando per ripristinare le condizioni di potabilità dell’acqua e proprio questa mattina abbiamo fatto partire una lettera all’azienda consortile acquedottistica Aca che ci sta dando una grossa mano perché pur noi avendo l’acquedotto dell’Orfento che gestiamo in proprio essendoci un serbatoio Aca, abbiamo chiesto di allacciarci e se così fosse, tramite un serbatoio potremmo far ripartire il normale uso delle utenze domestiche. Le cause del batterio? In questo momento non siamo in grado di dirlo. Intanto – conclude il vice sindaco -oltre alle analisi di Asl e Arta anche noi autonomamente stiamo procedendo con altri accertamenti”.

 

Commenti da Facebook
RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: