SANITÀ AQUILANA NELLA BUFERA: OGGI ARRIVA VERÌ: CONFRONTO CON MEDICI IN RIVOLTA

31 Ottobre 2022 08:05

L'Aquila - Sanità

L’AQUILA – La Regione Abruzzo corre ai ripari e scende in campo dopo che la sanità della provincia dell’Aquila, a cominciare dall’ospedale del capoluogo, è finita nella bufera, ed è bersaglio del fuoco di fila di critiche la gestione del manager, Ferdinando Romano. Un crescente malessere culminato con la lettera di una ventina di chirurghi che hanno parlato di ospedali in ginocchio, per carenza di personale, turni massacranti,  difficoltà ad avere apparecchi e materiali all’altezza, medicinali di qualità.

Nicoletta Verì, assessore regionale della Salute, della Lega, cercherà così oggi di comporre la netta frattura tra i medici e il direttore generale, in un incontro previsto in mattinata.

Ad aprire il vaso di Pandora è stata anche l’intervista a questo giornale di Alessandro Grimaldi, segretario regionale abruzzese dell’Anaao Assomed, il sindacato dei medici, e primario del reparto di malattie infettive dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, che ha ribadito il problema oramai cronico della mancanza di personale, a causa dei concorsi ancora tutti sulla carta, non portati a termine, che poi hanno fatalmente come conseguenza l’allungamento delle liste di attesa, e l’aumento della mobilità passiva, ovvero dei cittadini costretti ad andare a curarsi fuori regione.





Critiche seguite dalla pubblicazione in anteprima dello j’accuse dei sanitari. Si registra invece il silenzio dei sindacati, ad eccezione dell’Anaao.

Il manager Romano ha risposto duramente, rigettando ogni accusa sulla sua gestione, affermando che “non c’è nessuna carenza di materiali”, ed eventuali disfunzioni dipendono, “purtroppo e solamente, dal fatto che in alcuni reparti, nonostante le ripetute disposizioni di questa Direzione, non si controllano le scorte”. Assicurando che “negli anni passati ci sono stati troppi acquisti diretti, mentre oggi con le gare abbiamo ottenuto con risparmi fino al 40% e abbiamo assunto più personale di quello in uscita, dopo anni sono in arrivo altri primari”.

Il confronto è previsto in mattinata. Insieme a Verì ci sarà il direttore dell’Agenzia sanitaria regionale, Pierluigi Cosenza, tecnico anche lui in quota Lega, che conosce molto bene la situazione essendo stato fino a prima della nomina primario del reparto degenza breve.





Secondo quanto si è appreso, non ci sarà però Romano, anche lui nominato in quota Lega al posto del defenestrato Roberto Testa, indicato da Fratelli d’Italia. La sua assenza è causata da un momentaneo problema di salute.

Sono annunciati, almeno stando alle indiscrezioni, interventi molto critici da parte dei sanitari, con la richiesta alla Regione Abruzzo di un netto cambio di passo, per dare agli operatori la possibilità di lavorare al meglio, stoppando il declino delle strutture sanitarie, che ha come effetto devastante l’aumento della mobilità passiva.

In tal senso, oggi potrebbe emergere un’altra grana: i conti in rosso della Asl causati proprio dalla mobilità passiva, cioè dall’onere di rimborsare le altre strutture regionali e nazionali alle quali si rivolgono gli aquilani, un andazzo che vanificherebbe il piano di razionalizzazione dei costi introdotta dal manager. Anche questa sarà una tematica denunciata dai medici. Già dalle premesse non ci sarà un clima disteso. (red.)

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©
  1. OSPEDALE L’AQUILA: DG ROMANO RESPINGE LE ACCUSE, “NESSUNO ‘SBANDO’, ASSUNZIONI E RISPARMI”
    L'AQUILA - "La 'lettera dei chirurghi', che rappresenta alcune presunte criticità, rientra in un fisiologico confronto sulle esigenze del polo ospeda...
  2. BUFERA SU SANITA’ AQUILANA, SCONTRO MEDICI E ASL, LETTERA PRIMARI, “OSPEDALE ALLO SBANDO”
    L'AQUILA - È scontro tra i medici e i vertici della Asl provinciale dell’Aquila e sulla sanità aquilana è bufera. Un gruppo di una ventina di ...
  3. “SALVARE OSPEDALE DELL’AQUILA DAL TRACOLLO”. GRIMALDI, SUBITO CONCORSI PER ASSUNZIONI”
    L'AQUILA - "Lo stato di salute dell'ospedale dell'Aquila, che prima del terremoto era una eccellenza regionale e nazionale? Le faccio un solo esempio:...


Ti potrebbe interessare: