SANITA’, IL CASO DEI TEMPI DI VESTIZIONE DEGLI INFERMIERI: “POCHI 4 MINUTI, NE SERVONO ALMENO 20”

7 Maggio 2022 10:36

Italia: Sanità

ROMA – “Troppo pochi i quattro minuti, addirittura paradossali per le complesse divise di protezione che da due anni gli operatori sanitari devono indossare da quando è esplosa l’emergenza sanitaria”.

La spinosa questione della vestizione, ma anche del passaggio di consegne degli infermieri, da tempo denunciata dal Sindacato Nursing Up attraverso la voce del suo presidente, Antonio De Palma, è tornata prepotentemente d’attualità nel corso dell’ultima seduta contrattuale. Nursing Up si batte da mesi affinché ci sia il riconoscimento, come tempo lavorativo, di almeno 20 minuti per queste procedure ed altrettanti per il passaggio delle consegne.

“Alcune aziende aumentano autonomamente quesi tempi, ma siamo nell’ordine di 3 o 4 minuti, troppo pochi – si legge in una nota del sindacato – Mentre i vertici del Sindacato , che hanno stigmatizzato anche questa problematica durante l’ultima seduta per il rinnovo contrattuale, combattono a Roma, per il necessario e complesso percorso di valorizzazione della professione, in Veneto, gli infermieri del Nursing Up hanno organizzato una manifestazione di protesta, con un sit in davanti alla Prefettura, per portare a conoscenza della collettività le complesse problematiche che affliggono gli operatori sanitari del territorio”.

“Quella dei tempi di vestizioni, nella regione Veneto 5 minuti all’inizio del turno e 5 minuti alla fine, è una battaglia ben nota dal sindacato Nursing Up, vinta già in altre province. Ancora una volta gli infermieri italiani devono indossare scudo ed elmetto e sguainare la spada per far valere i propri sacrosanti diritti”, conclude la nota.

 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
    Articolo

    Ti potrebbe interessare: