SANITA’, NUOVO OSPEDALE A VASTO: “NON C’E’ TEMPO DA PERDERE”

18 Febbraio 2021 15:29

VASTO – Nuovo ospedale a Vasto a servizio di tutto il territorio del Vastese: il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, e il presidente del Consiglio comunale, Eugenio Spadano, tornano a sollecitare il Presidente della Regione, Marco Marsilio, l’assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, il direttore di Dipartimento regionale della Sanità, Claudio D’Amario, e il direttore generale della Asl 2, Thomas Schael, ricordando che “non si è avuto seguito alla documentazione e alle sollecitazioni dei sindaci di Vasto, San Salvo, Cupello e Monteodorisio e in merito agli incontri avuti tra gli stessi sindaci e gli esponenti della Regione Abruzzo, finalizzati alla necessità di realizzare il nuovo ospedale di Vasto, e sulle modalità da attuare, da parte della Regione Abruzzo e dell’Azienda Sanitaria Locale Lanciano Vasto Chieti”.

“Il periodo che stiamo vivendo, così delicato e importante per la salute e l’economia della nostra Regione, seppur ci vede impegnati quotidianamente sulle emergenze primarie, rischia di distoglierci da impegni programmatori che sono altrettanto importanti e decisivi per il nostro futuro e per quello dei cittadini e dei territori che amministriamo”, evidenziano Magnacca e Spadano.

“È necessario pertanto – aggiunge il sindaco di San Salvo – continuare ad attuare un progetto condiviso, voluto e richiesto dagli amministratori del territorio del Vastese, inerente la realizzazione del nuovo ospedale di Vasto. I tempi non debbono  essere ulteriormente dilatati, pena il rischio di vedere ancora una volta vanificate le richieste e le aspettative di un territorio che aspetta da tanto la realizzazione del nuovo ospedale, essendo il vecchio in una situazione di grave precarietà operativa”.

Il sindaco di San Salvo e il presidente del Consiglio Comunale concludono così la lettera inviata a Marsilio, Verì, D’Amario e Schael: “Riteniamo altresì che i tempi siano favorevoli anche per  investire sulle necessità sanitarie che, già presenti sul nostro territorio, si sono ulteriormente e drammaticamente  evidenziate negli ultimi tempi e chiediamo cortesemente di essere informati sulle procedure in atto, in merito all’argomento in oggetto, anche tramite una convocazione in videoconferenza da tenersi  nel breve tempo”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare: