SANITA’: “SEMPRE PIU’ SEGNALAZIONI RINUNCE A CURE, ORA SOLUZIONI”

17 Aprile 2024 18:08

Italia - Sanità

ROMA – “Il tema della rinuncia alle cure, per motivi legati alle liste di attesa e ai conseguenti costi economici del ricorso al privato, è ormai tristemente al centro delle segnalazioni che riceviamo dai cittadini, e nel corso del 2023 queste segnalazioni sono purtroppo in aumento”.

Lo riferisce all’Adnkronos Salute Valeria Fava, responsabile politiche della salute di Cittadinanzattiva, commentando i dati dell’undicesima edizione del Rapporto sul Benessere equo e sostenibile (Bes) di Istat, nel quale si evidenzia che ben 4,5 milioni di italiani non si sono curati nel 2023 per motivi economici e a causa delle liste di attesa.





Per la rappresentante di Cittadinanzattiva, serve “tornare a reinvestire sulla sanità pubblica, sia in termini di risorse professionali che di adeguamento strutturale e tecnologico. Deve essere la via maestra per tutelare il nostro Servizio sanitario nazionale: non abbiamo più bisogno di ulteriori conferme a quella che è una realtà tristemente nota, ora occorre affrontarla e farlo in maniera condivisa fra istituzioni, cittadini e professionisti sanitari”.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    [mqf-realated-posts]

    Ti potrebbe interessare:

    ARTICOLI PIÙ VISTI: