SANITA’, TAGLIERI (M5S): “IN ABRUZZO FALLIMENTO TOTALE, SABATO INCONTRO ALL’OSPEDALE DI LANCIANO”

18 Ottobre 2022 18:39

Regione - Consiglio Regionale, Sanità

L’AQUILA – “La sanità in Abruzzo è un fallimento totale. Il servizio pubblico non riesce a tenere il passo con le esigenze del territorio. Le non risposte dell’assessore Nicoletta Verì alla mia interpellanza, nell’ultimo Consiglio regionale, sono la prova che questa Regione a trazione Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia, non ha minimamente idea della condizione di precarietà in cui si trova la sanità regionale”.





Ad affermarlo in una nota è il capogruppo del Movimento 5 Stelle Francesco Taglieri che continua: “Anche questa volta, infatti, l’assessore Verì ha attuato una difesa d’ufficio della propria maggioranza. Ma è chiaro che non bastano più le scuse e lo scaricabarile sulle criticità ereditate dalla precedente Giunta”.

“Appare evidente che dopo 42 mesi di governo regionale di centrodestra si naviga ancora a vista: non c’è nessun atto di programmazione e nessuna notizia in merito ai documenti che sarebbero in visione presso il tavolo di monitoraggio ministeriale, ma che non sono mai stati visionati dal Consiglio regionale e dai suoi rappresentanti. Tutto questo è davvero inaccettabile! L’Abruzzo paga il prezzo più alto di questo pressapochismo attraverso la carenza di servizi essenziali”.





“Più volte abbiamo dato tutta la disponibilità, il credito e gli strumenti per iniziare un percorso comune che aveva come fine ultimo quello di migliorare la qualità della vita degli abruzzesi. Purtroppo – continua Taglieri – la maggioranza non ha accolto i nostri numerosi inviti che si sono susseguiti in questi anni, ignorando i bisogni reali dei territori e dei cittadini. Le Asl navigano a vista e, mentre le direzioni strategiche di alcune aziende sanitarie probabilmente sono impegnate a fare politica anche all’interno dei reparti, in provincia di Chieti, per esempio, non è possibile fare esami diagnostici in tempi congrui, fare una Tac o una risonanza e altri esami essenziali. Tutto ciò non è più accettabile, noi continueremo ad ascoltare i cittadini e a presidiare i territori”.

“Sabato mattina saremo davanti all’Ospedale Renzetti di Lanciano per un incontro pubblico che darà voce a chi non ormai non ha più parole”, conclude.

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA
Download in PDF©


    Ti potrebbe interessare: