SANT’AGNESE: CON QUELLA ”SUPER” CHIUSE LE CELEBRAZIONI DEL 2013

4 Marzo 2013 12:16

L’AQUILA – Con un voto per acclamazione, Mario Celi della Congrega degli Sci-Muniti si è aggiudicato ieri l’ambìta carica di “Superpresidente” nel corso della Sant’Agnese delle Sant’Agnesi 2013, l’ormai tradizionale manifestazione che, a circa un mese dalla tradizione del capoluogo, riunisce le Congreghe “storiche” aquilane legate al “culto” laico della patrona della maldicenza, appunto Sant’Agnese, che all’Aquila e solo all’Aquila si celebra il 21 gennaio.

La manifestazione, giunta all’undicesima edizione dopo che nel 2002 venne lanciata dalla Confraternita Balla che te passa, è stata organizzata presso il ristorante “Elodia nel Parco” dall’Antica e Nobile Congregazione di Sant’Agnese (dopo l’acclamazione dello scorso anno del suo presidente Enrico Storelli).

A partecipare stavolta sono state: Confraternita Aquilana dei Devoti di Sant’Agnese, Club Devote di Sant’Agnese, Confraternita Balla Che Te Passa, Congrega Bar Gran Sasso, Congrega Miseria e Nobiltà, Gruppo Amici Sant’Agnese Pianola, Congrega Sci-muniti, Nobile Confraternita della Cantina Jemo ’nnanzi.

L’evento è stato allietato dalle musiche e dalle canzoni dei maestri Vincenzo Guglielmi, Aurelio Nolletti e Dante Sorrentino.

Il nuovo Superpresidente avrà l’onore e l’onere di organizzare con la sua Congrega la prossima edizione 2014, la dodicesima.




La Consulta dei presidenti ha deciso anche di cooptare nella Sant’Agnese delle Sant’Agnesi la Confraternita degli Amici di Zeppetella di Tornimparte, invitata poiché detentrice, per un anno, del Palio agnesino avendolo vinto nella recente edizione 2013 e la Congrega, di sole donne, delle Ortiche.

Quest’ultima decisione è passata solo dopo un emendamento dello storico Club di sole donne, quello delle  Devote, la cui Badessa, Bianca Iannella, ha sostenuto “di accettare con gioia le giovani ‘grilline’ del movimento agnesino ma che comunque esse devono partire dall’asilo nido mentre noi siamo all’università della maldicenza”.

Ieri è stato anche emanato il “Decalogo agnesino”. Eccolo:
1. Parlare…sparlare….riferire…
2. La maldicenza non si deve dimostrare: basta ripeterla
3. La maldicenza disdegna i mediocri e colpisce i grandi
4. Chi sa sparlare sa anche adulare
5. La lingua non ha osso, ma fa rompere le ossa
6. Sparlare, sparlare, sparlare, ne resterà sempre qualcosa
7. Più una maldicenza è inverosimile più si ricorda
8. La lingua deve essere più tagliente di qualsiasi lama
9. Temere la maldicenza è viltà; il non curarla è sciocchezza; il dissimularla è prudenza; il vendicarla è debolezza; il perdonarla è intelligenza
10. A parlar male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina…
E, l’augurio per tutti…
Vinca sempre il peggiore!

L’ALBO D’ORO DELLA SANT’AGNESE DELLE SANT’AGNESI:

2002 Congrega Balla che te passa
2003 Congrega Bar Gran Sasso
2004 Congrega Miseria e Nobiltà
2005 Congrega Giornalisti in lingua
2006 Club delle Devote
2007 Accademia culturale di Sant’Agnese
2008 Gruppo Amici di Sant’Agnese Pianola
2009 Congrega Balla che te passa
2010 (non si è tenuta)
2011 Congrega Balla che te passa
2012 Club delle Devote
2013 Antica e Nobile Congregazione di Sant’Agnese
2014 Congrega Sci-Muniti

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©






Ti potrebbe interessare:


Gli articoli più letti in queste ore: