SCACCHI: CAMPIONATI GIOVANILI, SCUOLA ”DE AMICIS” NONA ALLE FINALI NAZIONALI

16 Maggio 2012 11:37

L’AQUILA – Nono posto (su 35 formazioni partecipanti) alle finali nazionali dei campionati giovanili di scacchi per la squadra maschile della scuola primaria “Edmondo De Amicis” dell’Aquila. 

 Il risultato conseguito dai bambini della storica scuola elementare aquilana è stato il miglior piazzamento ottenuto tra le quattro squadre del capoluogo abruzzese (femminile e maschile della “De Amicis” e femminili e maschili della “Carducci”) che partecipavano alle finali che si sono svolte ad Acqui Terme (Alessandria).

“Un ottimo risultato – ha commentato la maestra capitano Pina Berardi – che ripaga i bambini e i genitori dei sacrifici e che va al di la di ogni aspettativa poiché noi, come squadra maschile, alle finali regionali ci eravamo classificati terzi, agguantando, in pratica, l’ultimo posto utile per giocarci la finale”. 

Importante e degno di nota il settimo e ultimo turno di gioco, un autentico derby abruzzese in cui i maschietti della “De Amicis” hanno affrontato la scuola elementare di Pineto che vanta il campione regionale, già nazionale, Luca Cocciaretto, autentica promessa degli scacchi azzurri.




In questo derby il campione di Pineto ha perso l’imbattibilità alle finali di Acqui per merito di Yon Signori. Stefano Rotolante, Luigi Colagrande, Dario De Viti, Simone Stoppaccioli sono gli altri giocatori della squadra maschile risultata, tra l’altro, prima nella sua categoria tra le abruzzesi.

La squadra femminile della Primaria “De Amicis”, prima alle regionali, si è classificata ventiduesima (su 31) preceduta da Castellaltlo (nono) e da Chieti (diciassettesimo).

La squadra maschile della Carducci ha, invece, concluso i Giochi al trentesimo posto (su 34) preceduta dalle abruzzesi di Guardiagrele (ventinovesima) e di Villa Vomano (sedicesimo).

Le ragazze, infine, sono giunte quindicesime (su 31) nella categoria in cui la scuola media di Guardiagrele ha vinto il titolo nazionale.
 

Commenti da Facebook

RIPRODUZIONE RISERVATA

Download in PDF©




Ti potrebbe interessare:

Gli articoli più letti in queste ore: